Sei in Archivio

lesignano

La Destra: non votate per le comunali

L'appello di Maini: «Al massimo esprimete la preferenza solo per le europee»

di Matteo Ferzini -

20 maggio 2014, 17:55

La Destra: non votate per le comunali

«Gli elettori di La Destra, Fratelli d’Italia e Alleanza Nazionale a Lesignano non vadano a votare, o esprimano una preferenza soltanto per le elezioni del Parlamento Europeo: in questo momento non ci sentiamo rappresentati da nessuna delle tre liste in gara per le amministrative nel nostro Comune».
A parlare è Giuseppe Maini, rappresentante del partito «La Destra – Storace» a Lesignano: il quale specifica che, se in un primo tempo si era tentato di creare una lista che riunisse i partiti di centro destra o di appoggiare una delle tre liste in corsa, attualmente nessuno degli schieramenti elettorali ha in lista alcun rappresentante di questi schieramenti politici nel lesignanese. «Dopo un primo tentativo di collaborazione con Cauzzi, che però voleva presentarsi con una lista puramente civica – spiega Maini -, inizialmente pensavamo di accordare il nostro appoggio a Manici il quale, ora corre per la carica di sindaco con la lista Per Lesignano noi ci siamo».
«L’accordo era saltato dopo poco tempo, e successivamente si era arrivati alla creazione di una lista di coalizione di centro-destra, tra i cui rappresentanti candidabili alla carica di consigliere vi ero anch’io, in rappresentanza di La Destra per Lesignano; tuttavia anche questa lista è stata fatta saltare all’ultimo minuto, lasciando carta libera a Manici di creare da solo da propria lista. La quale – continua Maini – non comprende nessun rappresentante delle forze di La Destra, An e Fratelli d’Italia di Lesignano, partiti che all’ultima lezione rappresentavano, se uniti, larga parte del bacino di voto».
Questo cambiamento «dell’ultimo minuto», spiega inoltre Maini, non ci ha più permesso di presentare in tempo la candidatura di un’altra lista che riunisse questi partiti, essendo ormai allo scadere il tempo concesso per presentare le liste per la candidatura.
«Ad oggi – conclude Maini – non ci sentiamo coinvolti in nessuno degli schieramenti in gara per le elezioni. Valuteremo nei prossimi giorni se sarà possibile trovare un accordo e dare il nostro appoggio ad una delle liste; ma probabilmente opteremo per l’astensione dal voto alle ormai vicine amministrative».