Sei in Archivio

Serie A

Le pagelle del Parma

di Paolo Grossi -

20 maggio 2014, 21:53

Le pagelle del Parma

Il migliore

AMAURI 7,5
Nelle ultime occasioni era subentrato poco motivato. Ieri, da campione, ha fiutato la chance di lasciare un segno indelebile sulla stagione e se l'è giocata di prepotenza, come ai bei tempi.

MIRANTE 6
Praticamente disoccupato, blocca bene un tiro nella ripresa: tutto lì, ma va bene così.

PAVARINI
Pochi minuti, i primi della stagione e gli ultimi della carriera. Ha indossato con onore la crociata per sette stagioni.

CASSANI 6,5
Tra i più pimpanti, anche se forse attacca meno del solito. Dalle sue parti si aggirava il fantasma di Belfodil, ma lui, come tutti gli altri, non l'ha proprio visto.

PALETTA 7
E' tornato un muro, impeccabile nella scelta di tempo dei contrasti, sempre vincenti. Paulinho se lo sognerà di notte.

GOBBI 6,5
Fa il centrale, e la sua esperienza oltre alla pochezza degli avversari gli consente di fare bella figura. Ci pensi, potrebbe essere una soluzione che allunga la carriera. 

MOLINARO 6
Spinge più di Cassani e con buona lena, ma è spesso approssimativo al momento di trasformare le corse in cross.

ACQUAH 6
Precipitoso e irruento, «estrat ad confusion» si diceva una volta. Le scarpe diverse una dall'altra non sono un gran modo di distinguersi in campo. Per fortuna che De Marco gli risparmia due volte il giallo.

MARCHIONNI 6
E' tra i più determinati, ma la sua regia non è sempre lucida e precisa.

GALLOPPA
Rivederlo in campo è stata una festa nella festa. Che dire? Buona fortuna per la prossima stagione sperando possa giocare con continuità a grandi livelli.

PAROLO 6
Prova in linea con le ultime: sempre generoso, meno dirompente in avanti, efficace in copertura. E' però fondamentale per l'equilibrio tattico e infatti Donadoni non rinuncia mai a lui.

SCHELOTTO 6
Qualche spunto in velocità, qualche buon pallone rimesso in mezzo, ma anche a lui difetta un po' la concretezza.

CASSANO 6,5
Due-tre tocchi fantasiosi, ma anche palloni mal gestiti. Poi, finalmente, un corner teso e arcuato nell'area piccola per il gol di Amauri.

BIABIANY 6,5
Anche lui sa creare difficoltà agli avversari con la velocità, e confeziona l'assist per il secondo gol di Amauri dopo un bello spunto sulla destra.