Sei in Archivio

football americano

Panthers, il sogno svanisce nel finale

I parmigiani lottano fino all'ultimo ma vengono sconfitti ed eliminati dai francesi campioni in carica

di Paolo Mulazzi -

20 maggio 2014, 17:59

Panthers, il sogno svanisce nel finale

Il sogno europeo svanisce nel «two minutes warning». Le pantere ducali hanno lottato punto a punto con i campioni in carica di Efaf Cup ma a tirare la zampata mortifera sono state le pantere francesi del Thonon che in forza della vittoria ottenuta anche contro gli austriaci passano il turno e rendono ininfluente la partita tra questi ultimi e i ducali. E’ stata comunque la partita di Andrew Papoccia e avrebbe meritato la final four. Il coach ha indossato la casacca numero 3 e dopo circa dieci minuti del primo quarto si è messo in campo, strappando applausi. Ha fatto di tutto, giocando in tutti i ruoli tranne che nel cuore della linea di scrimmage. Il primo quarto ha visto il dominio dei Black Panthers che si sono portati sul 20-0 grazie alle corse del rb Yepmo autore di tre touchdown quasi in fotocopia, corsa a scivolare sulla linea difensiva poi raddrizzata una volta trovato lo spazio all’esterno, a cogliere una difesa ducale impreparata.
I Panthers hanno pagato un inizio tremendo di Monardi, complice anche la difesa: intercetto al terzo tentativo del primo drive, i francesi partono dalle 16 yd ducali e al secondo tentativo vanno dentro con Yepmo. Secondo drive e Monardi si prende un sack, poi i francesi ricoprono un fumble e ripartono dalle 27 yd ducali: Yepmo fa doppietta. Terzo drive Panthers e altro sack su Monardi; i Panthers calciano e dopo il ritorno i francesi hanno lo snap sulle loro 35 yd: solita corsa di Yepmo che vola lungo l’out vanamente inseguito da Rossi. Un trauma da cui i Panthers si riprendono alla grande. Dopo un bel ritorno di Paulsen con palla sulle 35 yd offensive, Monardi pesca Bonanno che apre i td ducali. La rimonta trova sostegno proprio dal settore più colpito: la difesa. Bernardoni e Canali, ottimo il suo rientro, costringono i francesi a calciare dalle loro 10 yd.
Il primo quarto si chiude coi Panthers nella red zone e al proseguimento dell’azione in quello successivo, Monardi legge bene e permette a Malpeli Avalli di andare fino in fondo. Poco più tardi, a Monardi, dalle 30 yd, riesce la combinazione con Paulsen: è pareggio. Poi tocca ancora alla difesa: Canali-Bernardoni in coppia sul qb avversario poi Papoccia copre benissimo il lato esterno. Ma da un fumble ricoperto sulla metà campo i Black Panthers si riportano sopra con l’incubo Yepmo. Prima dell’intervallo, Papoccia si ferma a poche yd dall’end zone ma subito dopo è Paulsen che va al nuovo pareggio sull’ottima strategia che spiazza la difesa avversaria. Ancora Panthers nel terzo quarto: grande ricezione sulle 5 yd di Papoccia pressato da due e al tentativo seguente Bonanno fa la sua doppietta: 34-27.
La difesa ducale costringe i francesi al field goal: 34-30 e si va all’ultimo quarto aperto dalla segnatura di Malpeli Avalli che sembra spalancare le porte del paradiso. Yepmo è temporaneamente fuori ma ci pensa Ahidazan, con conversione da due di Condemo, a riaccendere i francesi: 41-38. I Panthers, invece, si spengono. Subiscono due penalità, un sack e vanno al punt. Mancano 4 minuti. Condemo perde palla in end zone, non lo fa Ahidazan: francesi di nuovo avanti. Ai Panthers resta 1’09 ma al quarto tentativo la palla va ai francesi.