Sei in Archivio

collecchio

Roberta Delsante: «Ascoltare la gente è la nostra priorità»

Il programma di «Per Collecchio solidale»

20 maggio 2014, 17:54

Roberta Delsante: «Ascoltare la gente è la nostra priorità»

Roberta Delsanto, candidata sindaco per la lista «Per Collecchio solidale» ha presentato il programma ed i candidati in consiglio comunale nella frazione di Ozzano Taro.
«Partecipazione, ascolto e attenzione alla problematiche della gente – ha spiegato Roberta Delsanto – costituiscono le linee guida del nostro percorso. La nostra è una lista civica, sostenuta da Comunisti Italiani, Rifondazione Comunista e da una componente cattolica di rilievo. E’ la lista con l’età media più bassa tra le tre che si sfidano nelle prossime elezioni».
Con lei al tavolo dei relatori, il capolista Gian Luca Belletti e Giorgio Spagnoli. Tra i progetti più ambiziosi quello di «rilanciare l'occupazione» nell’ambito della cultura, delle energie rinnovabili, in campo sociale e nella messa in sicurezza del territorio, oltre che favorire le realtà produttive locali. L’attenzione verso le persone in difficoltà economica contempla la rivalutazione dell’Isse – indicatore situazione economico equivalente, a cui si aggiunge la lotta al lavoro nero e all’evasione fiscale. Anche sul nuovo Piano strutturale comunale la Delsanto ha proposto un percorso di condivisione con i cittadini per lo sviluppo futuro del territorio. La lista «Per Collecchio solidale» intende rilanciare le consulte frazionali prevedendo un capitolo di spesa e la realizzazione di mercatini nelle varie frazioni. Sui rifiuti, l’obiettivo è quello di adottare la tariffa puntuale in modo da premiare chi differenzia di più. Sulle politiche giovanili l’obiettivo è quello di promuovere luoghi di ritrovo e di aggregazione. In questa ottica è stato pensato il potenziamento della biblioteca soprattutto degli spazi interni a Villa Soragna. Massima attenzione, poi, al mantenimento dei servizi alla persona. In merito alla viabilità e trasporti, la Delsanto ha auspicato un ripristino delle corse del treno tra Parma e Fornovo e un potenziamento delle corse dell’autobus nei giorni festivi.