Sei in Archivio

Copnsorzio di bonifica

"Scatta la bonifica": studenti protagonisti

Cinema D'Azeglio gremito, premiati sei giovani

21 maggio 2014, 22:35

La Settimana Nazionale della Bonifica e dell’Irrigazione, organizzata nella nostra provincia dal Consorzio della Bonifica Parmense e focalizzata sul tema “La terra chiede aria. L’acqua chiede spazio” è giunta oggi al momento più atteso con la cerimonia di premiazione del concorso “Scatta la Bonifica”.
Al cinema “D’Azeglio” i protagonisti sono stati gli studenti delle scuole superiori di Parma: 200 ragazzi provenienti dal Liceo Artistico Paolo Toschi, dall’Istituto Tecnico Statale Per Geometri “Camillo Rondani” e dall’Istituto Tecnico Agrario Statale “Fabio Bocchialini” sono stati ospiti del Consorzio della Bonifica Parmense per la premiazione del contest che ha visto cimentarsi in questa prima edizione due classi del Liceo Toschi (5^A e 5^B) nel lavoro di rielaborazione dei messaggi di comunicazione grafici e concettuali sull’operato della Bonifica nel nostro comprensorio.
Come ha orgogliosamente sottolineato il Preside del Liceo Toschi Roberto Pettenati nel descrivere l’attività delle classi, tutte le opere presentate dagli studenti sono state di alta qualità e non è stato semplice scegliere i vincitori; ma alla fine la giuria, formata da Luigi Spinazzi e Meuccio Berselli (rispettivamente Presidente e Direttore Generale del Consorzio della Bonifica Parmense), dai professori Marco Bottani e Nunzio Garulli, docenti delle classi partecipanti, e dai membri dell’Ufficio Comunicazione del Consorzio, ha espresso il suo verdetto premiando ben sei studenti: Marika Cheng e Sara Villazzi della classe 5^A; Giulia Iori, Alberto Marasi, Giulia Sacchi (per la quale ha ritirato il premio il docente Bottani) e Carlotta Ugolotti della classe 5^B. A tutti loro il Consorzio della Bonifica Parmense ha conferito una targa premio per l’ideazione del miglior messaggio di comunicazione.
La cerimonia è stata presentata dalla giornalista di Tv Parma Manuela Boselli, che ha ricordato le giornate di attività volute dal Consorzio e volte a sensibilizzare le giovani generazioni sulla consapevolezza ambientale, sul lavoro (a volte oscuro, ma fondamentale) delle bonifiche, le buone pratiche, il governo delle risorse idriche, l’importanza delle acque negli equilibri ambientali e per i prodotti del made in Italy nella nostra regione.

settimana bonifica irrigazione

Conclusa la premiazione e dopo una breve pausa con un buffet street-food offerto da Campagna Amica, la mattinata è proseguita con lo spettacolo “Terra dura in Multicolor” – il racconto delle bonifiche e degli scariolanti” scritto, diretto ed interpretato dall’attore/animatore delle bonifiche Lorenzo Bonazzi e già messo in scena in numerosi teatri dell’Emilia Romagna dove ha riscosso consensi entusiastici di critica e pubblico.
“Abbiamo voluto stimolare i giovani creativi del Liceo Toschi su un tema interessante e al tempo stesso complesso come il lavoro della bonifica e sul messaggio da veicolare per far meglio capirne l’attività svolta per l’ambiente e per formare i cittadini consapevoli del domani”, ha commentato il Presidente del Consorzio della Bonifica Parmense Luigi Spinazzi.
Dello stesso avviso anche il Direttore Generale Meuccio Berselli: “Siamo rimasti piacevolmente stupiti dai lavori presentati in questa prima edizione, tanto che speriamo possa essere l’inizio di un percorso che ci aiuti a diffondere e comunicare ai ragazzi una migliore percezione del nostro capillare operato”.
Il calendario degli eventi della “Settimana della Bonifica e dell’Irrigazione 2014” si concluderà domani (giovedì 22 maggio) a Mezzani. Alle 9,30 i protagonisti saranno 80 bimbi delle scuole primarie per i quali il Consorzio della Bonifica Parmense ha organizzato la visita guidata all’impianto di Bocca d’Enza. Una giornata con animazione per introdurre i piccoli spettatori al tema della tutela del suolo e del territorio, con merenda a base degli street-food di Campagna Amica. Ma dove il Consorzio seguiterà a ribadire i concetti fondamentali di prevenzione e difesa del nostro territorio, con i ragazzi che si misureranno con un’innovativa tecnologia pro-ambiente targata Energreen.