Sei in Archivio

Altri sport

Biagi: "Monaco, atmosfera magica"

"Correre a Montecarlo è un'emozione indescrivibile", puntualizza il pilota bolognese, quest'anno impegnato nella Porsche Mobil 1 Supercup.

21 maggio 2014, 20:20

Biagi:
Dopo il round inaugurale di due settimane fa a Barcellona, la Porsche Mobil 1 Supercup torna in pista da domani a Monaco per il secondo round della stagione.

Thomas Biagi, autore di un buon esordio in Spagna, è chiamato a confrontarsi con l'unico circuito cittadino in calendario, dove potrà incrementare la sua esperienza su una vettura molto tecnica da guidare come la Porsche 911 GT3 Cup Type 991.

Come ogni anno l'affascinante evento monegasco propone un programma particolare che prenderà il via giovedì con le prove libere e proseguirà venerdì con le prove ufficiali. La pausa di sabato farà da preludio alla gara di domenica, che si disputerà poche ore prima del Gran Premio di Formula Uno.

Per l'occasione il pilota bolognese del team MOMO-Megatron ha preparato, in collaborazione con Sky, una serie di sorprese che gli appassionati potranno scoprire su Sky Sport Formula 1 HD durante le dirette sia della Porsche Mobil1 Supercup che della Formula Uno.

"Correre a Montecarlo è un'emozione indescrivibile  - puntualizza Thomas -: l'atmosfera è magica, il contesto eccezionale e durante il weekend si creano momenti unici, che sarebbero impossibili da vivere in qualsiasi altro circuito. La mia ultima partecipazione ad una gara nel Principato risale al 1999 in Formula 3000, ma il ricordo più bello è legato addirittura ai tempi della Formula 3, quando in una difficile qualifica bagnata conquistai la prima fila. In questa occasione arrivo a Monaco dopo la buona prestazione di Barcellona, specialmente nelle prove ufficiali. Il livello nella Porsche Supercup è pazzesco e normalmente pochi decimi racchiudono anche dieci piloti. La tradizionale difficoltà ad effettuare sorpassi a Monaco renderà la battaglia ancora più serrata in qualifica, dove si deciderà gran parte dell'esito della gara e anche per questo ho focalizzato la mia preparazione sul giro secco al simulatore di Grid GP.

Il weekend di Monaco sarà comunque ancora di apprendistato per me. Ho molto da imparare sia sulla macchina che sul campionato e le impegnative strade del Principato saranno un durissimo banco di prova".

Biagi: