Sei in Archivio

ROCCABIANCA

Carrara: «Sicurezza e ponte, due priorità»

Lista civica

di Simona Valesi -

21 maggio 2014, 18:34

Carrara: «Sicurezza e ponte, due priorità»

La lista civica «Noi per voi» del candidato sindaco Paola Carrara ha illustrato il suo programma amministrativo e il gruppo di candidati consiglieri in un incontro con i cittadini che si è tenuto nei locali dell’oratorio parrocchiale di Roccabianca.
Paola Carrara - architetto dell’ufficio tecnico di Soresina (Cremona) e mamma di due bambini - ha prima di tutto ribadito la necessità di intervenire con tempestività per risolvere quella che definisce una situazione attuale molto difficile del paese. «Viviamo un momento disastroso, basta pensare alle lottizzazioni incompiute da 40 anni, al Rue che va completamente riscritto perché errato (e che porta a sua volta a calcoli errati di tariffe come Tarsu, ecc.), alla necessità di una più adeguata preparazione professionale da parte del personale del Comune, soprattutto per assicurare un rapporto fondamentale come quello tra l’ufficio tecnico e l’ufficio tributi» per quella che dovrebbe essere una corretta valutazione della situazione del territorio e delle possibilità di intervento e valorizzazione. Tra le priorità, naturalmente, c’è anche la riapertura in tempi brevi del ponte di Gramignazzo. Inoltre «Efficienza, economicità, trasparenza» vengono citate nel programma «contro gli innumerevoli sprechi, i mancati incassi dei tributi e gli innumerevoli errori» da scongiurare in futuro anche attraverso l’iniziativa dell’“Open day”, un giorno al mese dedicato all’incontro pubblico con i cittadini per informare i residenti sulle decisioni dell’amministrazione.
Altro punto, la sicurezza: «Attivare un buon sistema di videosorveglianza nei luoghi di maggior incontro dei cittadini» e il coinvolgimento diretto degli stessi tramite un rapporto continuo con le forze dell’ordine. Poi si parla di servizi di assistenza alla prima infanzia e agli anziani, la necessità di un luogo di ritrovo e di ricreazione per i giovani, il sostegno alla scuola, l’organizzazione di manifestazioni che promuovano sempre di più le eccellenze - artistiche, culturali, gastronomiche - del territorio compreso il recupero di locali sfitti per intraprendere nuove attività.