Sei in Archivio

Rugby

Colombo, Brianza Rugby: "Andiamo in B!"

Il mediano d'apertura del club lombardo si prepara ad affrontare i playoff e chiama a raccolta i tifosi.

21 maggio 2014, 19:40

Colombo, Brianza Rugby:
Il Grande Brianza Rugby manca dai campi della serie B dagli anni '50, quando il trascinatore della squadra era quell'Adriano Chiolo a cui ora è intitolato il campo (a Monza) del sodalizio lombardo.
 
Dopo essere arrivati secondi nel campionato di serie C, dietro al Bergamo, gli uomini di mister Francesco Sanfilippo si sono guadagnati l'accesso ai playoff per inseguire una promozione storica in cadetteria. Domenica scorsa i monzesi hanno sconfitto l'Amatori Novara Rugby nel barrage (lo spareggio) con il punteggio di 17-12 al termine di una gara tirata e in bilico fino al termine.
 
Il mediano d'apertura del Grande Brianza, Gionata Colombo, classe 1989, commenta la partita ai microfoni di Sportal.it: "I piemontesi erano molto costruiti fisicamente, erano molto grossi e la loro mischia pesante. La nostra ha dovuto prendere le misure, ma poi siamo venuti fuori alla lunga grazie alla maggiore esperienza. Abbiamo disputato una partita perfetta dal punto di vista difensivo, senza subire punti nel momento in cui - causa due ammonizioni - ci siamo trovati in doppia inferiorità numerica. In attacco siamo stati un po' imprecisi, abbiamo sprecato troppo, ma fortunatamente siamo stati cinici nei momenti in cui serviva esserlo".
 
Colombo è una vera e propria bandiera del club biancoverde: ci gioca da quando ha 8 anni e oltre al suo impegno sportivo allena anche l'Under 10 nella medesima società. Anche per questo l'obiettivo della serie B sarebbe il coronamento di un sogno. Per centrarlo serve l'apporto del pubblico: "Contro il Novara sono accorse al campo centinaia di persone, speriamo che raddoppino domenica 25 maggio per l'andata del primo turno dei playoff contro il Rugby Bergamo 1950. Il nostro capitano Francesco Maconi ha già detto che vuole una bolgia".
 
Anche perché con il Bergamo c'è un conto in sospeso: "Non li battiamo da tre anni - prosegue il mediano d'apertura -; sulla carta partiamo sfavoriti perché loro sono più solidi e più forti fisicamente, ma vogliamo la nostra rivincita sul campo".
 
Ma al fischio finale non c'è rivalità che possa scalfire la sacralità del 'terzo tempo'. Al termine dello spareggio con il Novara, i giocatori si sono abbracciati in mezzo al campo al grido di "Per il rugby hip hip hurrà!". E poi via di birra e pastasciutta. "Anche a Monza, domenica, al termine dell'incontro offriremo come di consueto cibo e birre agli avversari", racconta Colombo.
 
"Il traguardo della serie B - conclude - sarebbe fantastico anche per le difficoltà sorte quest'anno. Le intenzioni a inizio anno erano quelle di giocare un anno di transizione per far crescere i nostri giovani, che sono parecchio promettenti. La stagione, a sorpresa, ha preso una piega molto positiva e ci siamo classificati secondi dietro proprio al Bergamo. Come se non bastasse abbiamo dovuto fare i conti con il cambio di allenatore quando il coach Giuseppe Tagliabue è stato sostituito da 'Sanfo', il nostro ex capitano".
 
Infine un appello: "Mi piacerebbe che tutti gli sportivi monzesi accorrano al campo a sostenere la squadra, soprattutto in un'occasione come questa".

Colombo, Brianza Rugby: