Sei in Archivio

bardi

Pontremoli: «Il turismo carta vincente per Bardi»

La candidata punta su servizi e scuola

di Erika Martorana -

21 maggio 2014, 18:28

Pontremoli: «Il turismo carta vincente per Bardi»

Ventiquattro anni, frequenta la facoltà di Ingegneria meccanica a Parma ed è pronta a portare sulla spalle il “peso” del proprio paese, con l’intento di farlo crescere e sviluppare. È l’identikit di Valentina Pontremoli, bardigiana doc, candidata alla carica di sindaco per il comune valcenese - in cui è nata e cresciuta - con la lista «Un’idea per Bardi». «La mia candidatura - ha spiegato - è nata cercando di formare una squadra di persone, legate al nostro territorio, che condividesse l’idea di fondo: vogliamo vivere nel nostro paese oggi ed anche domani. Dopo varie valutazioni ho deciso di mettermi in prima persona, senza nessuna pretesa, ma con la sola voglia di impegnarmi per Bardi, di provare a portare un’idea nuova, con l’aiuto di tutti. Sono nata e cresciuta qui, sono innamorata del mio paese, e intendo formare una famiglia e far vivere i miei figli a Bardi».
«Certo - ha proseguito - non sarà facile, conosco i problemi nel realizzare un piano come questo in un Comune come il nostro, ma proprio per questo mi sono messa in gioco. I servizi come la sanità e la scuola diventano fondamentali, i nostri commercianti, le nostre imprese, i nostri agricoltori devono essere supportati costantemente e nel miglior modo possibile. La nostra idea è di creare una visione sistemica che metta la persona e il lavoro al centro. Per noi bisogna iniziare da quello che abbiamo potenzialmente di più forte: il turismo. Portando persone a visitare Bardi faremo partire un circolo virtuoso che riuscirà a trascinare tutti i valori che il nostro territorio possiede. Per la gente che verrà a Bardi vogliamo utilizzare il castello come richiamo e vetrina, ma con le eccellenze enogastronomiche lavoreranno anche agricoltori, commercianti e attività di ricezione come bar e ristoranti».
«Con un disegno articolato dei servizi - ha sostenuto Pontremoli - faremo conoscere le peculiarità del nostro territorio come la flora, la fauna, la storia, in una parola: la nostra cultura. I turisti, con pacchetti ad hoc, saranno incoraggiati a fermarsi qualche giorno in più, quindi alberghi e bed and breakfast avranno maggior lavoro o creare nuovi servizi sfruttando le reti informatiche. Saranno l’unicità e l’eccellenza dei valori che Bardi possiede a distinguerci! Ho bisogno di una sola cosa - ha concluso -: la fiducia sul fatto che ce la possiamo fare lavorando insieme. Dipende tutto da noi».