Sei in Archivio

Top news

Razzismo a Coverciano: "Balo negro"

21 maggio 2014, 14:00

Razzismo a Coverciano:
Brutto episodio in mattinata a Coverciano che ha visto come vittima Mario Balotelli.

Come riferisce 'Repubblica', infatti, mentre l'Italia si stava allenando al centro tecnico della Nazionale, dall'esterno qualcuno ha indirizzato al centravanti azzurro un insulto razzista. "Negro di m...", si è infatti sentito.

Il tutto è successo solo pochi minuti dopo che l'allenamento era iniziato. Visibilmente innervosito, 'SuperMario' è riuscito a mantenere però la calma non reagendo in maniera scomposta. Si è infatti limitato a sbottare con Claudio Marchisio, al quale avrebbe detto: "Incredibile, solo a Roma e a Firenze ci sono questi cogl...". Per il resto Balotelli ha raccolto soltanto applausi, soprattutto dai bimbi che hanno assistito all'allenamento. Non appena il gruppo dei giocatori agli ordini di Cesare Prandelli è uscito sul campo, i giovani tifosi sono corsi sulla balconata per acclamare l'attaccante del Milan.

Proprio Balotelli martedì era stato pungolato dal ct in conferenza stampa ("Tutti noi rappresentiamo l'Italia, non solo lui. Dobbiamo mettere l'ego da parte e pensare solo al gruppo") e, dopo aver visto la propria villa di Limido Comasco svaligiata, si era sfogato su twitter: "Mi sento vuoto" No emozioni".

Non è la prima volta negli ultimi dodici mesi che Balotelli rimane vittima di episodi di razzismo. Il 12 maggio del 2013 l'arbitro Rocchi aveva sospeso Milan-Roma per ululati dei tifosi giallorossi. Il primo dicembre 2013, poi, 'SuperMario' aveva accusato Nicolas Spolli del Catania di avergli dato proprio del 'negro di m...' nel corso della partita del Massimino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA