Sei in Archivio

Ciclismo

Basso, foratura e caduta

Cronometro da dimenticare per l'ex vincitore del Giro.

22 maggio 2014, 21:40

Basso, foratura e caduta
Cronometro da dimenticare per Ivan Basso.

"Due stop in una prova contro il tempo pesano parecchio sul risultato finale. Dopo 12 km ho forato e ho cambiato bici, poi ai meno quattro, in una curva veloce in salita, l'asfalto era come sapone e sono scivolato. Ho perso secondi preziosi per ripartire e, cosa quasi peggiore, ho dovuto ritrovare il ritmo di gara. Il risultato finale non rispecchia per nulla il livello della prestazione che personalmente giudico positiva. Purtroppo contro la sfortuna si può fare poco. Sono però soddisfatto delle sensazioni che ho avuto e questo mi dà morale in vista del weekend".
 
Le conseguenze della caduta hanno procurato a Basso abrasioni e contusioni al fianco destro e alla mano.

Basso, foratura e caduta

© RIPRODUZIONE RISERVATA