Sei in Archivio

intervista

Giovanni Corrado: «Scorciatoia pericolosa»

L'attore parmigiano nel cast di "Cam girl"

di Filiberto Molossi -

22 maggio 2014, 14:37

Giovanni Corrado: «Scorciatoia pericolosa»

Quando dice che 24 ore non bastano, non stenti a credergli: che magari ti capita che tra una laurea e un master a Londra in Economia giri anche un film. E' quanto è successo a Giovanni Corrado, studente e attore parmigiano che dopo «L'amore fa male» torna sullo schermo, nuovamente diretto da Mirca Viola in «Cam girl»: dove interpreta, come spiega la regista, «un ruolo chiave: il fidanzato, puro e autentico, di una delle quattro protagoniste», che sono Antonia Liskova, Sveva Alviti, Alessia Piovan e Ilaria Capponi. «E' stata una bellissima esperienza - spiega Giovanni -: mi ha fatto piacere riuscire a ritagliarmi un po' di tempo per fare ancora l'attore: ho frequentato anche dei corsi di recitazione, è una strada che voglio tenermi aperta. Rispetto al primo film mi sono sentito più a mio agio: si è formata una bella complicità con le altre interpreti e poi con Mirca si lavora bene: ti lascia i tuoi tempi, non si fa mai prendere dall'ansia».

Ma cosa ti ha convinto di più del copione?
«Il fatto che fosse una storia tristemente molto attuale, una vicenda che tocca da vicino la realtà e in cui in tanti purtroppo possono riconoscersi. La crisi è pesante, molte ragazze fanno fatica ad arrivare a fine mese e cadono nella tentazione di fare soldi facili: ma quel guadagno "semplice" alla fine ti toglie sempre di più di quello che sembra darti».

E' questo il messaggio di «Cam girl»?
«Sì, ma va al di là delle cam girl: il monito è generale, per tutto quello che si fa. Una carriera onesta è più appagante di una che non la è. Credo che questo sia un film che può dare anche coraggio a ritrovare una strada a chi l'ha smarrita».