Sei in Archivio

Svizzera

Il cioccolato e il gruyère si scoprono con il treno

Transita tra Montreux e la fabbrica di cioccolato Cailler a Broc, è imperdibile tanto per i golosi quanto per gli appassionati

22 maggio 2014, 19:47

Il cioccolato e il gruyère si scoprono con il treno

Il Treno del Cioccolato: la tentazione più dolce della Svizzera. E proprio a questo goloso simbolo del paese la ferrovia Montreux-Oberland Bernese ha dedicato un intero treno. Il Treno del Cioccolato, che transita tra Montreux e la fabbrica di cioccolato Cailler a Broc, è imperdibile tanto per i golosi quanto per gli appassionati di treni. Una gita giornaliera con questo treno è un’esperienza davvero speciale: i passeggeri, infatti, si accomodano sui sedili di una carrozza-pullman del 1915 in vero stile Belle Epoque. In un’atmosfera del genere, il viaggio può durare anche un po’ più a lungo. Una curiosità: le carrozze sono state realizzate dalla stessa azienda che ha fabbricato anche i vagoni del leggendario Orient Express. A Montreux, sulle rive del lago di Ginevra, il treno dà il segnale di partenza poco dopo le dieci e mezzo del mattino e la cittadina di Gruyères è la prima tappa del viaggio. La città natale dell’omonimo formaggio propone una visita a un caseificio dimostrativo, un giretto per le vie del pittoresco centro storico e una puntatina al castello, che fornisce una panoramica su otto secoli di architettura, storia e cultura. Il treno prosegue poi verso Broc, dove la fabbrica Cailler apre le proprie porte a tutti i golosi amanti del cioccolato. Con una visita guidata, i visitatori scoprono tutto ciò che c’è da sapere sulla fabbricazione della delizia al cacao, che già secondo i Maya aveva origini divine. A coronamento della visita, ha luogo una degustazione e nel tardo pomeriggio, il Treno del Cioccolato inizia il viaggio di ritorno, per raggiungere nuovamente Montreux in prima serata. Il treno viaggia ogni lunedì, mercoledì e giovedì tra maggio e ottobre, tutti i giorni a luglio e agosto. Il biglietto di 2a classe costa circa 48 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA