Sei in Archivio

Animali

Il micio va in panico? Questione di feromoni

Ditelo al veterinario Paola Faccini

22 maggio 2014, 19:47

Il micio va in panico? Questione di feromoni

Gentile dottoressa,
quando porto il gatto in ambulatorio per una visita è un’esperienza molto faticosa, per me ma soprattutto per l’animale. C’è qualcosa che posso fare per aiutarlo a non avere così paura?


I gatti si stressano facilmente sia durante il viaggio in auto che durante la visita. Pensi che sono così sensibili allo stress che la glicemia subisce degli aumenti anche solo in queste apparentemente banali occasioni!
Le reazioni sono davvero diverse e possono andare da una “paralisi” totale (il gatto è pressoché immobile, un po’ arrotolato su se stesso ed accetta le manipolazioni inerenti la visita senza reagire), all’impossibilità di aprire il trasportino perché esiste il rischio reale che il gatto fugga e si metta in pericolo o aggredisca chiunque gli capiti a tiro.
Personalmente cerco sempre di fissare gli appuntamenti facendo in modo di non far sostare insieme cani e gatti in sala d’aspetto. Non è sempre possibile ma quantomeno evito che le attese siano lunghe soprattutto quando ci sono cani che abbaiano o vocalizzano molto.
La paura del trasportino è molto comune: c’è chi consiglia di lasciarlo aperto in casa, magari con dei giochi dentro, così che il gatto possa entrare ed uscire quando vuole ed abbia la possibilità di depositarci i propri feromoni facciali (sostanze odorose di pacificazione che i felini utilizzano per marcare il territorio e che danno loro stabilità emotiva).
C’è anche chi ritiene utile usare due gabbiette: una per il veterinario e una per gli altri spostamenti così che il gatto non associ sempre il viaggio con l'ambulatorio. Durante le prime visite poi, per quanto possibile vanno evitati eventi stressanti ed è utile ridurre al minimo indispensabile i tempi.
Per il suo problema specifico, esistono prodotti a base di feromoni da spruzzare nel trasportino per rilassare il gatto ma quando l’animale è veramente molto spaventato e aggressivo penso che non servano a molto. Un panno da stendere sopra la gabbietta con l’odore del gatto, che poi può essere usato anche per contenere e avvolgere l’animale durante la visita, è un altro piccolo espediente per tranquillizzare il paziente.
Purtroppo però non esiste una regola che possa essere adottata per tutti.