Sei in Archivio

LESIGNANO

«Lesignano civica» dice no a Langhirano

24 maggio 2014, 09:47

«Lesignano civica» dice no a Langhirano

«Lesignano civica», guidata dal candidato sindaco Diego Cauzzi, prende posizione in merito alla fusione tra i Comuni di Langhirano e Lesignano, prospettata dal candidato per Langhirano Giorgio Zani, in caso di elezione. «“Lesignano Civica” - affermano i portavoce della lista - ritiene che non sia il sindaco, peraltro solo candidato, di un altro comune a potersi esprimere su un tema che riguarda i cittadini di Lesignano. Potrà includere il tema nei suoi “desiderata”, non parlarne come di fatto scontato e già deciso, analogamente a quanto dichiarato dal sindaco uscente di Lesignano. Quest’ultimo si è espresso molto chiaramente e supinamente, durante la legislatura, in favore della fusione, vagheggiando addirittura il presunto nome del “nuovo” Comune (Torrechiara de Rossi), con ciò già rivelando l’inesistente peso che Lesignano avrebbe nel caso di “inglobamento”. “Lesignano civica” prende precisa posizione: no alla fusione tra i due comuni, sì all’Unione dei Comuni appena costituita, che avrà un ruolo determinante per tutto il comprensorio dell’Appennino sud-est. La crisi economica che l’Italia sta attraversando deve senz’altro suggerire economie di scala, ampiamente realizzabili, nel caso di Lesignano, unificando alcuni servizi e uffici con altri comuni dell’Unione. Non deve imporre mutamenti in peggio, inefficienze amministrative, scadimento dei servizi, perdita di connotazioni valoriali e caratteristiche positive. “Lesignano civica” - chiudono l’intervento - afferma chiaramente che il candidato sindaco Diego Cauzzi si impegnerà a tempo pieno per migliorare qualità della vita e dei servizi di Lesignano».M.F.