Sei in Archivio

Top news

Decima al Real, crolla l'Atletico

25 maggio 2014, 02:00

Decima al Real, crolla l'Atletico
Real Madrid-Atletico Madrid 4-1. Non è un sogno, è tutto vero. Con il cuore e con le unghie le 'Merengues' conquistano la Champions League, la tanto agognata 'Decima', vincendo una partita che al quarto minuto di recupero stavano perdendo. La finale dell'Estadio da Luz stava per essere decisa dalla rete segnata al 35' minuto da Diego Godin, propiziata dall'errore colossale di Iker Casillas, ma in pieno recupero Sergio Ramos ha mandato tutto ai supplementari, quando è stato Gareth Bale a consegnare la coppa agli uomini di Carlo Ancelotti (al terzo trionfo personale da allenatore). Poi arrivano il terzo gol di Marcelo e il poker dal dischetto di Cristiano Ronaldo. La delusione per i 'Colchoneros' è atroce.

Si rivedono in campo dal primo minuto Benzema e Diego Costa, ma la scelta di Simeone non paga: dopo solo nove minuti il centravanti della nazionale spagnola (che aveva recuperato in extremis da un infortunio muscolare avvalendosi anche di una cura a base di placenta di cavallo) dichiara forfait e lascia il posto a Adrian. Nella prima fase della partita è il Real a fare possesso, con l'Atletico che controlla. Ma mancano i tiri in porta. Il primo corner arriva al 26' (errore di Sergio Ramos), la prima conclusione addirittura al 28', con Cristiano Ronaldo che da calcio di punizione chiama Courtois alla presa a terra.

Dopo la mezz'ora si infiamma la partita: Tiago consegna una palla a Bale che galoppa ma si vede respingere il tiro da Courtois, poi al 35' passano i rojiblancos. Casillas sbaglia tutto su un corner di Gabi uscendo a farfalle, il colpo di testa di Godin si tramuta in un lento e beffardo lob su cui il portiere delle 'Merengues' non riesce a intervenire in tempo. Vantaggio Atletico.

Ci si aspetta la reazione dei blancos, e invece è Adrian Lopez a sfiorare il raddoppio di testa, palla alta. Nella ripresa (dopo una buona occasione per Raul Garcia) il Real tenta disperatamente di pareggiare, ma la squadra di Simeone tiene: Courtois neutralizza una punizione di Cristiano Ronaldo. Adrian Lopez spaventa ancora volta i bianchi (salva Khedira), poi è solo Real. Ronaldo anticipa Godin, ma non trova la porta con la spizzata di testa, quindi serve Benzema che appoggia per Isco. Palla fuori di poco.

Negli ultimi venti minuti ci prova due volte Gareth Bale (stop e tiro in immediata successione, poi con un tiro sull'esterno della rete dopo aver battuto sullo scatto Godin), quindi il difensore uruguaiano salva tutto su Marcelo. Sembra finita, ma dopo una lunga serie di corner per il Real Sergio Ramos - il castiga Bayern - anticipa Tiago su corner e di testa strozza in gola all'Atletico l'urlo della vittoria: al 94' è 1-1.

Ai supplementari inizialmente prevale la stanchezza, con l'Atletico stremato dalla fatica e il Real che controlla ma non finalizza. Fino al minuto 110: Di Maria porta a spasso mezzo Atletico sulla fascia sinistra, tira di esterno addosso a Courtois, la palla si impenna e Bale di testa appoggia in rete il gol della 'Decima'. Sul 2-1 i 'Colchoneros' si squagliano: al 117' Marcelo avanza indisturbato e segna il 3-1 di sinistro, poi Ronaldo mette la sua firma sulla partita facendosi stendere in area e siglando il 4-1 finale dal dischetto. La nottataccia di Simeone si completa con l'espulsione al 122': il 'Cholo' viene cacciato dopo essere entrato di corsa in campo per dire qualcosa a Varane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA