Sei in Archivio

OrtoGiardinoBalcone

Le piante succulente

di Mara Troni -

05 luglio 2014, 09:38

Le piante succulente

Le piante grasse hanno bisogno di poche cure, questa però è la stagione per dedicargli un po’ di tempo e facilitare il loro sviluppo. Il nome corretto, di queste “sculture vegetali”, è “succulente” il motivo è da ricercare nei loro tessuti strutturati in modo da immagazzinare grandi quantità d’acqua. In estate, quindi, le uniche cure di cui hanno bisogno sono le annaffiature con acqua contenente il giusto nutrimento, in linea di massima vanno bagnate ogni dieci giorni e senza esagerare. Se avete un balcone o un terrazzo è il momento di portarle all’aperto e di lasciarvele fino alla fine dell’estate.
Le piante succulente vanno spolverate perché, la polvere che si deposita sulla loro superficie, ostacola il processo di fotosintesi clorofilliana con limitazione della crescita. Se le piante sono provviste di peli spolveratele con un pennello morbido, invece se ci sono delle spine si può usare il phon regolato sul getto di aria fredda da tenere a distanza di almeno quindici centimetri. Le piante grasse vanno tenute controllate per verificare l’eventuale presenza di parti molli dovute all’attacco di parassiti, in tal caso vanno rimosse per evitare la morte delle piante. Nel caso vengano colpite da cocciniglie si possono eliminare manualmente usando un batuffolo di cotone imbevuto d’alcool oppure di acqua con sapone di Marsiglia. Successivamente, risciacquare con acqua fresca.