Sei in Archivio

Comune

Il sindaco di Bardi: «Favoriremo la crescita delle imprese»

di Erika Martorana -

26 luglio 2014, 20:56

Il sindaco di Bardi: «Favoriremo la crescita delle imprese»

Il consiglio comunale di Bardi ha approvato, con i soli voti favorevoli della maggioranza (astenuti i tre rappresentanti dei due gruppi di minoranza, Gian Paolo Savi, Fabrizio Torri e Giancarlo Mandelli), le linee programmatiche relative alle azioni ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2014-2019. «Consapevoli delle gravi difficoltà economiche che ci troviamo ad affrontare- ha dichiarato il sindaco Valentina Pontremoli - cercheremo di creare un “sistema territoriale” che permetta di disegnare un futuro sostenibile dal punto di vista economico e ambientale, favorendo la crescita delle imprese, del commercio e dei servizi, cercando di portare il nostro Comune ad una situazione stabile e ad un successivo sviluppo».
Tra i punti cardine per la maggioranza, vi sarà il rapporto di costruttiva collaborazione con i due gruppi di minoranza, seguito da un continuo confronto per discutere e risolvere i problemi istituzionali, e la presenza costante in tutte quelle realtà, soprattutto quella provinciale e regionale, atte a favorire le relazioni ed il coordinamento con gli altri Comuni.
Ma la priorità assoluta degli amministratori saranno, anzitutto, i cittadini: «Cercheremo di tenere la popolazione sempre informata, e ciò varrà anche per i nostri emigranti. Oltre al sito, a manifesti ed avvisi, organizzeremo incontri con la popolazione per valutare e discutere insieme nuove idee e proposte per rilanciare il nostro».
I punti di forza, così come sempre sostenuto in campagna elettorale, saranno il turismo e la valorizzazione dell’ambiente: «Utilizzando il castello come vetrina ed attraverso una costante pubblicizzazione del nostro territorio- ha spiegato la Pontremoli- cercheremo di incentivare i turisti a visitare e scoprire le innumerevoli meraviglie che ci circondano, creando una forte ed intensa collaborazione con i cittadini, la coop. Diaspro Rosso, i commercianti e tutte le attività coinvolte».
Per quanto concerne le attività produttive e l’agricoltura, «faremo il possibile- ha detto- per sostenere questi due settori, al fine di divulgare la possibilità di finanziamenti previsti dal nuovo Piano di Sviluppo Rurale in vigore fino al 2020, in modo che i giovani possano iniziare nuove attività, e si mantengano quelle già esistenti. Aumenteremo così- ha assicurato il primo cittadino- la gamma dei prodotti di eccellenza presenti nelle nostre terre, creando un circuito enogastronomico di prodotti unici e naturali».
Forti saranno poi la collaborazione con le associazioni e l’impegno per la scuola, la sanità, le politiche sociali, l’urbanistica e la viabilità: «Verrà valorizzato l’importante progetto “Scuola@Bardi” come il nuovo modo di fare scuola oggi nei paesi di montagna e combatteremo con forza per mantenere questo servizio di estrema importanza. Verrà inoltre ampliato il processo educativo partendo dall’età di zero anni, permettendo ai giovani genitori di poter continuare a lavorare lasciando i propri figli in sicurezza».
«Nei nostri piani- ha concluso- c’è poi la costituzione di un Punto Bianco per la copertura sanitaria giornaliera, soprattutto nei periodi di alta affluenza; l’introduzione della raccolta differenziata porta a porta; il miglioramento del sistema stradale».

{{title}}
RIAPERTURE

Divisi dalle rive del Po finalmente insieme

{{title}}
SUI BINARI

In stazione, chi va e chi viene. L'importante è riabbracciarsi

{{title}}
SOS NON UDENTI

Mascherine trasparenti? Sono introvabili