Sei in Archivio

Filobus

Linea 1, cantiere in arrivo

Il Comune approva il progetto per rendere definitivo l'esperimento. Verrà smantellato il vecchio tratto bifilare da Barriera Garibaldi a via Monte Altissimo

di Beppe Facchini -

29 luglio 2014, 23:51

Linea 1, cantiere in arrivo

Nuovo cantiere in arrivo. Dopo che la Tep nelle scorse settimane annunciava alcune modifiche sperimentali al percorso della linea urbana numero 1, ecco che il Comune ha infatti approvato il progetto per rendere definitivo l’esperimento attraverso la realizzazione di un nuovo tratto di linea bifilare. Si parla di filobus, per essere più chiari.
Il percorso sperimentale in questione è stato pensato a seguito «dell’apertura al transito veicolare della viabilità in corrispondenza della nuova stazione ferroviaria», come recita il comunicato diffuso dalla Tep l’11 luglio scorso, nel quale si precisa anche che i mezzi di linea 1, diretti verso lo scalo ferroviario, «dopo aver effettuato la fermata di Barriera Garibaldi, percorreranno viale Bottego, viale Borsellino, il controviale posto immediatamente prima del corpo della stazione, ove effettueranno la fermata di capolinea, e quindi via Falcone, viale Bottego, via Garibaldi, ove riprenderanno il consueto percorso».
Ma questo lo sapranno già benissimo gli abitudinali del trasporto pubblico. La novità è che l’amministrazione comunale ha approvato il progetto esecutivo del nuovo percorso filobus per rendere definitiva la sperimentazione, prevedendo inoltre lo smantellamento del vecchio tratto bifilare della linea 1, da Barriera Garibaldi alla rotatoria via Trento-via Monte Altissimo, e la realizzazione di un altro per collegare la nuova linea col sottopasso ferroviario. Proprietaria dell’infrastruttura filoviaria cittadina, è Smtp, Società per la mobilità e il trasporto pubblico locale, partecipata da Comune e Provincia, che dovrà farsi carico di lavori che non si preannunciano affatto brevi, come sottolinea invece la determina dirigenziale che ha portato all’approvazione del progetto: «La durata del cantiere risulta particolarmente lunga in quanto, vista la zona nevralgica della città, la maggior parte delle lavorazioni sarà eseguita nelle ore notturne, prevedendo chiusure parziali della viabilità con relative deviazioni del traffico». Comunque, l’intervento dovrebbe terminare «prima dei mesi invernali, dove le temperature minime risultano incompatibili con le lavorazioni». Smtp, come prossimo passo, procederà «d’urgenza all’assegnazione dei lavori». Poi, si saprà qualcosa in più sul nuovo cantiere.