Sei in Archivio

BUONE NOTIZIE

"Io, povero, dono 50 euro a chi è povero come me"

21 agosto 2014, 18:55

La storia di Chiara (il nome è di fantasia), disabile di 41 anni, invalida al 100% a causa di problemi fisici e di una grave forma di depressione, che lavora al canile comunale «Lilli e il vagabondo» per 2,5 euro all’ora, ha colpito particolarmente un uomo di Bologna.

Apprendendo dalle pagine della «Gazzetta» della vita di Chiara, il lettore, che ha chiesto di rimanere anonimo, ha inviato una busta al giornale con dentro 50 euro, il ritaglio dell’articolo e poche righe: «Vogliate dare come semplice aiuto questi pochi soldi alla ragazza dell’articolo - scrive -. Io voglio restare cristianamente anonimo. Sappiate però che anche io sono nelle stesse condizioni». ...........Leggi la storia completa sulla Gazzetta di Parma