Sei in Archivio

Salsomaggiore

Amianto, lavori conclusi prima dell'inizio dell'anno scolastico

L'assessore Canepari: "Con questo intervento tutti i plessi sono ora bonificati". A breve terminato il rinnovo della copertura alla scuola di via Don Minzoni

di Angelica Siclari -

25 agosto 2014, 12:36

Amianto, lavori conclusi prima dell'inizio dell'anno scolastico

Termineranno fra poche settimane, prima dell’inizio delle scuole fissato per il 15 settembre, i lavori per la rimozione della copertura in amianto del tetto dell’Istituto comprensivo di via Don Minzoni.
Iniziati a luglio sono ormai quasi finiti. A fare un sopralluogo al cantiere per verificare l’andamento dei lavori sono stati l’assessore ai Lavori pubblici Paolo Canepari e la responsabile del Servizio Patrimonio e infrastrutture del Comune Ombretta Capellini: i lavori stanno interessando il tetto della palazzina che ospita gli uffici e la segreteria, e l’ala della scuola elementare Romagnosi.
Con questo intervento si viene a completare la bonifica dall’amianto di tutto il tetto del plesso dell’Istituto comprensivo, iniziata nel 2005 e proseguita a stralci in questi anni. I lavori eseguiti in questi mesi sono costati circa 148 mila euro, finanziati per 27 mila euro dalla Regione, per 65 mila euro con contributo statale erogato tramite la Provincia, e per il restante con fondi del Comune. Come ha spiegato l’assessore Canepari «si tratta di un intervento prioritario perché riguarda la sicurezza di un edificio scolastico e rientra nei criteri ed obbiettivi che ci siamo dati come amministrazione di intervenire sulla manutenzione e messa in sicurezza del nostro patrimonio».
«Con questo intervento – ha aggiunto l’assessore- si va a completare la rimozione dall’amianto dai tetti delle scuole cittadine, consentendoci di avere tutti i plessi bonificati». L’intervento ha visto la rimozione, lo smaltimento del tetto di cemento-amianto, previa bonifica ed inertizzazione delle fibre in superficie, e la sua sostituzione con una nuova copertura in lamiera in acciaio zincato multistrato accompagnato da uno strato di isolante idoneo alla normativa sul miglioramento energetico.
L’impresa che si è aggiudicata i lavori, la ditta Macchi di Collesalvetti in provincia di Livorno, ha provveduto anche, come miglioria nell’offerta presentata in sede di gara, alla posa di un impianto fotovoltaico da 19,5 kWe e alla fornitura e posa di tre scale di accesso ai tetti con la posa della «linea vita» sulla copertura piana con l’uso di parapetto.