Sei in Archivio

Ciclismo

E' morto Alfredo Martini, il ct di sei Mondiali

Lo storico ct azzurro del ciclismo aveva 93 anni.

26 agosto 2014, 01:40

E' morto Alfredo Martini, il ct di sei Mondiali

È morto lo storico ct azzurro del ciclismo Alfredo Martini. Lo comunica all’Ansa il presidente della Federciclismo, Renato Di Rocco. Aveva 93 anni.

Corridore professionista dalla fine del 1945 fino al 1957, è stato prima direttore sportivo alla Ferretti e poi commissario tecnico della Nazionale italiana dal 1975 al 1997, collezionando vittorie mondiali con Francesco Moser, Beppe Saronni, Moreno Argentin, Maurizio Fondriest e, per due volte, con Gianni Bugno. Più sette argenti e sette bronzi.

"Alfredo Martini ci ha lasciati un po’ più soli alle 22.30 - inizia così la nota della Federciclismo -. Si è spento nella sua abitazione a Sesto Fiorentino in modo “naturale e senza grande sofferenza”, come ha riferito Renato Di Rocco, presidente della Federazione Ciclistica Italiana che ha raccolto l’invito della famiglia di Alfredo a divulgare la notizia.

Alfredo Martini era nato a Firenze il 18 febbraio 1921. Fu il CT per antonomasia della Nazionale azzurra di ciclismo e dello sport italiano in genere: ruolo di commissario tecnico cui approdò nel 1975 e che onorò sino al 1997 per poi interpretare quelli di supervisore delle rappresentative azzurre e di presidente onorario della FCI.

Già protagonista nelle categorie minori; già professionista dal 1941 al 1957 con successi al Giro dell’Appennino, del Giro del Piemonte, in tappe del Giro d’Italia e del Giro di Svizzera; già compagno di squadra e confidente di Fausto Coppi; già direttore sportivo di squadre di lignaggio; Alfredo Martini portò da CT sei medaglie d’oro dei professionisti con Francesco Moser nel 1977 a San Cristobal, Giuseppe Saronni nel 1982 a Goodwood, Moreno Argentin nel 1986 a Colorado Springs, Maurizio Fondriest nel 1988 a Renaix e Gianni Bugno nel 1991 a Stoccarda e nel 1992 a Benidorm. A questi titoli vanno aggiunte sette medaglie d’argento e sette di bronzo.

Martini rappresentò la coscienza e il santone dek ciclismo: l’uomo capace di impartire lezioni di vita prima ancora che di sport.

Nella giornata di martedì saranno noti luogo e giorno delle esequie".

Ciclismo, è morto Alfredo Martini