Sei in Archivio

Ciclismo

L'ultimo saluto a Martini

A Sesto Fiorentino l'estremo saluto allo storico ct, scomparso a 93 anni.

27 agosto 2014, 20:40

L'ultimo saluto a Martini
Il mondo del ciclismo si è stretto intorno ad Alfredo Martini per un'ultima volta.
 
La camera ardente che ha ospitato la salma dell'ex ct, morto a 93 anni, è stata visitata da centinaia di persone, accorse a rendere omaggio a una figura storica dello sport italiano.
 
Tra gli altri era presente anche l'ex presidente del Consiglio Romano Prodi, grande appassionato di ciclismo.
 
"Sono venuto qui perchè lui era una persona speciale. Lasciamo stare tutta la sua carriera sportiva, di dirigente e parliamo della sua umanità. Aveva una vitalità, un'apertura che era straordinaria. Tutte le volte che ci siamo incontrati si parlava un po' anche di bicicletta ma poi chiacchieravamo di tantissime cose. Aveva questa saggezza popolare che in lui era assolutamente straordinaria, e poi anche la gioia di vivere, la soddisfazione per quello che ha fatto - sottolinea Prodi - Mi dicevano i familiari che tre ore prima di morire aveva visto la Vuelta in televisione e criticava, giudicava e aveva questo grande senso di una vita completa. I messaggi che lascia sono pulizia e serenità, una grande serenità".
 
Molto commosso Vincenzo Nibali: "Avrei voluto venirlo a trovare dopo la mia vittoria al Tour de France, visto che durante la corsa mi erano arrivati tantissimi messaggi ma poi io sono stato preso da tantissimi impegni e sono rientrato soltanto due giorni fa dal Kazakistan. E' stato piu' veloce di me...". 
 

L'ultimo saluto a Martini