Sei in Archivio

Calciomercato

Parma, saldo positivo. De Ceglie subito in gruppo

Paletta out: salta la Nazionale

02 settembre 2014, 19:24

Parma, saldo positivo. De Ceglie subito in gruppo

Il nuovo giocatore Paolo De Ceglie (nella foto con la maglia della Juventus) si è aggregato al gruppo di mister Roberto Donadoni partecipando alla ripresa degli allenamenti e scegliendo il numero 11 per la propria maglia crociata. Sarà presentato dall’ amministratore delegato domani, mercoledì, pomeriggio, alle 18, nella sala media del centro direzionale di Collecchio.

Nazionale, ritiro di Coverciano: Gabriel Paletta, sostituito da Angelo Ogbonna, "è dovuto ritornare a casa per un problema di lombosciatalgia, ogni tanto soffre di questi problemi e i medici del Parma lo sanno".  Il difensore salterà quindi l’amichevole di giovedì con l'Olanda e probabilmente l’impegno con la Norvegia di martedì a Oslo valido come primo match di qualificazione agli Europei del 2016. Lo ha spiegato il responsabile dello staff medico della Nazionale, Enrico Castellacci, in conferenza stampa. Pablo Daniel Osvaldo (al suo posto chiamato Fabio Quagliarella) "si è presentato con un’infiammazione articolare e a un muscolo dell’anca. Dopo la partita con il Torino si è accentuato il problema, un po' il giocatore ha recuperato ma non al punto da poterlo lasciare con noi, per cui il mister ha deciso di far tornare Osvaldo a casa Inter". Capitolo Giuseppe Rossi, tormentato dai problemi al ginocchio: "La situazione la conoscete perfettamente, è una situazione un po' a rischio e quindi con molta probabilità dovrà essere sottoposto a un intervento chirurgico. Penso che nel giro di pochi giorni verrà fatta chiarezza su tutto", ha concluso. A causa di "un piccolo edema al polpaccio" Giorgio Chiellini "Chiellini ha avvertito, dopo l’allenamento di ieri, un piccolo disturbo al polpaccio sinistro - ha detto -. L'ecografia e la risonanza non hanno evidenziato niente di grave ma un piccolo edema a livello del polpaccio, espressione solo di una piccola infiammazione, non di una lesione di fibre muscolari. D’accordo con il mister, il giocatore e lo staff della Juventus abbiamo deciso di metterlo a riposo un paio di giorni, salterà sicuramente l’Olanda ma cercheremo di farlo recuperare per martedì". 

CALCIOMERCATO: PER IL PARMA SALDO POSITIVO

Chiusura in negativo per la Serie A Tim: al termine della sessione estiva del calciomercato 2014/15 il saldo è pari a -32,79 mln euro (spese pari a 326,37 mln euro a fronte di 1376 acquisti, entrate pari a 293,58 mln euro a fronte di 795 cessioni). Numeri questi, resi noti dall’Osservatorio Calcio Italiano, che consentono alla massima serie di conquistare il terzo gradino tra i campionati europei dietro soltanto alla Premier League (spese pari a 1,03 mld euro, entrate pari a 540,59 mln euro) ed alla Liga spagnola (spese pari a 481,88 mln, entrate pari a 529,55 mln euro). Il primato del mercato estivo spetta alla Roma. La società giallorossa ha speso 58,06 mln euro (a fronte di 59 movimenti in entrata) ed ha ricavato 32,60 mln euro (a fronte di 34 movimenti in uscita) per un saldo totale pari a -25,46 mln euro. Per spese effettuate la Roma si colloca tra le top ten europee (10° posizione). Segue la Juventus con una spesa pari a 36,80 mln euro (a fronte di 87 acquisti effettuati) ed un ricavo pari a 23,50 mln euro (a fronte di 44 cessioni realizzate). Il saldo finale dei bianconeri è pari a -13,30 mln euro. Oltre i 20 mln euro di spese effettuate anche il Torino (26,90 mln euro), Udinese (25,70 mln euro), Hellas Verona (22,96 mln euro) e Napoli (21,55 mln euro). Il Milan è la società con il miglior saldo (+15,85 mln euro a fronte di 12,65 mln euro di spese e 28,50 mln euro di entrate. Segue il Genoa (saldo +12,55 mln euro), Atalanta (saldo +9,90 mln euro) Torino (saldo +9,66 mln euro), Parma (saldo +7,00 mln euro), Hellas Verona (saldo +4,74 mln euro). La Juventus primeggia per valore rosa (332,15 mln euro). Seconda posizione per il Napoli (253,05 mln euro). Terza piazza per la Roma (247,30 mln euro). A seguire Inter (229,70 mln euro), Fiorentina (213,00 mln euro) e Milan (202,50 mln euro).