Archivio

Prosciuttificio San Giacomo 1

24 ottobre 2014, 18:06

Prosciuttificio San Giacomo 1

VIA CAVOUR, 14 - PARMA

"As", pur di battere la concorrenza del Barcellona, i blancos sarebbero disposti a offrire a Neymar un contratto di sei anni a 10 milioni di euro a stagione, lo stesso ingaggio che attualmente percepiscono Ricardo Kakà e Cristiano Ronaldo.

Un bel salto rispetto ai 7 milioni concordati nel 2011, quando per l'arrivo di Neymar al Real sembrava fatta salvo poi l'inserimento del Barcellona e il rinnovo del giocatore col Santos fino al 2014.

Accettando la nuova offerta del Real, il giovane attaccante brasiliano intascherebbe anche il 50% della pubblicità generata sin dal suo arrivo. E il Santos? Si frega le mani.

Da un lato c'è il Barcellona che non vuole spendere più di 30 milioni di euro per il cartellino, lasciando però Neymar in Brasile fino a dicembre mentre il Real sarebbe disposto a pagare i 70 milioni della clausola rescissoria (7 dei quali destinati al giocatore) ma con l'attaccante che lascerebbe il Peixe da subito.

Intanto Odilio Rodrigues, vicepresidente del Santos, è a Madrid da giovedì. Dal club assicurano che si tratta di un viaggio di piacere ma in Spagna sostengono che la sua visita sia legata alla trattativa per la cessione di Neymar, che sia al Real o al Barcellona.

Ma se alla fine il brasiliano finisse in blaugrana? L'alternativa potrebbe essere Wayne Rooney. Dall'Inghilterra rivelano di una proposta da 40 milioni di euro del Real Madrid al Manchester United per l'attaccante che, come ha confermato ieri Ferguson, ha chiesto di andare via. La trattativa sarebbe condotta dallo stesso Florentino Perez con David Gill, ad dei Red Devils.

"As", pur di battere la concorrenza del Barcellona, i blancos sarebbero disposti a offrire a Neymar un contratto di sei anni a 10 milioni di euro a stagione, lo stesso ingaggio che attualmente percepiscono Ricardo Kakà e Cristiano Ronaldo. Un bel salto rispetto ai 7 milioni concordati nel 2011, quando per l'arrivo di Neymar al Real sembrava fatta salvo poi l'inserimento del Barcellona e il rinnovo del giocatore col Santos fino al 2014.

© RIPRODUZIONE RISERVATA