Archivio

traversetolo

La frana di Torre sarà presto sistemata

Il comune ha ottenuto fondi regionali per 50 mila euro. L'assessore Monica: "Due mesi di lavori e la strada sarà ricostruita"

di Bianca Maria Sarti

14 dicembre 2014, 17:25

La frana di Torre sarà presto sistemata

La sistemazione della frana di Torre è vicina: i lavori sono stati aggiudicati e inizieranno il prima possibile, tempo permettendo, grazie ai fondi regionali.
La voragine che si era aperta nel marzo scorso in Strada della Costa di Torre è a pochi passi dalle abitazioni e minaccia il centro abitato, oltre a rendere completamente inaccessibile il passaggio.
La sua comparsa e rapidissima evoluzione erano state accolte dai residenti e dall’Amministrazione con amara ironia, dal momento che il cedimento si era verificato proprio in concomitanza dei lavori di sistemazione di altre due frane, poco più distanti lungo lo stesso tratto stradale, che attendevano da anni un intervento di ripristino.
Il primo grande smottamento in Strada della Costa di Torre risale, infatti, al 2008 ed era stato seguito negli anni successivi da un altro fenomeno franoso poco distante.
Dopo anni di richieste dei residenti, cadute nel vuoto per mancanza di fondi, la scorsa primavera il Comune, concluso un faticoso iter per ottenere i fondi, aveva finalmente dato il via ai lavori di risistemazione delle frane storiche.
A quel punto, nel mese di marzo, si era verificato il nuovo smottamento in prossimità del centro abitato.
E mentre da un lato si sistemava la strada con palificazioni e costosi interventi di messa in sicurezza, dalle loro finestre i residenti osservavano l’evoluzione della nuova frana che, in pochi giorni, aveva già raggiunto un’ampiezza di oltre 12 metri e una profondità di circa 4.
«Una morte annunciata» avevano lamentato alcuni residenti che da anni segnalavano la presenza di crepe sull’asfalto.
La strada che doveva tornare ad essere percorribile, evitando agli abitanti il lungo percorso alternativo, è rimasta così inagibile, fino ad oggi.
«Abbiamo ottenuto 50 mila euro dalla Regione per la sistemazione della frana del marzo scorso a Torre - annuncia l’assessore all’Ambiente Laura Monica - i lavori sono stati aggiudicati alla ditta F.a.r. di Ramiseto che si era già occupata della vicina frana di Trinzola. La sistemazione prevede dei pali di contenimento della strada e, in testa ai pali, due file di gabbionate. Il manto stradale dovrà essere interamente ricostruito. I lavori inizieranno appena possibile, in base alle condizioni metereologiche, e dureranno al massimo 60-70 giorni».
Nel pozzo (uno dei tanti di Torre) che si trova a pochi passi dalla frana resterà una pompa per regolare il livello dell’acqua e sono previsti anche dei fossati per deviare le acque superficiali. «Tutta la Strada della Costa - ricorda ancora l'assessore all'Ambiente Monica - attraversa un versante interessato da diverse frane quiescenti e sono tantissime le infiltrazioni sotterranee».