Archivio

varsi

Il mercato dei prodotti agricoli

Sarà inaugurata domenica l'area mercatale nella zona di via De Gasperi. Il consigliere Zanetti: "Valorizzeremo le eccellenze della montagna"

di Erika Martorana

16 dicembre 2014, 22:39

Il mercato dei prodotti agricoli

Si sono appena conclusi, a Varsi, i lavori che hanno portato alla realizzazione di un’importante area mercatale, che, situata nella zona di via Alcide De Gasperi, verrà inaugurata ufficialmente domenica 21 con una grande festa dedicata ai prodotti della vallata.
Il progetto, realizzato dall’amministrazione comunale, e sorto grazie ad un’idea del consigliere di maggioranza, Giuseppe Zanetti, punta alla valorizzazione dei mercati agricoli e della filiera corta. L’obiettivo è, dunque, quello di dare lustro all’agricoltura montana ed, al tempo stesso, favorire la commercializzazione delle produzioni tipiche delle aziende locali, in un momento di forte crisi come quello attuale.
Il piano, portato a compimento grazie ad un cospicuo finanziamento da parte della Soprip Spa, è stato realizzato nella zona contigua con l’area pubblica destinata al verde ed al parco giochi.
L’intervento è stato caratterizzato da opere di riqualificazione urbana, che hanno come finalità principale quella di migliorare la funzionalità dell’area di via De Gasperi, la quale, già utilizzata come parcheggio per autoveicoli, verrà ora sfruttata anche in qualità di area mercatale e multifunzione, in previsione dell’organizzazione di un fitto e permanente calendario di mercatini che proporranno celebri e gustosi prodotti alimentari provenienti dalle aziende agricole locali.
«Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo- ha commentato Zanetti-, ovvero quello di potenziare le nostre risorse, consentendo di dare il via ad eventi che valorizzano e danno a tutti la possibilità di acquistare le eccellenze del nostro territorio. I lavori hanno avuto come scopo l’allestimento di un’area di proprietà comunale che rafforzi il rapporto diretto tra produttore e consumatore finale, senza intermediazioni, valorizzando la filiera corta ed il legame tra prodotto e territorio di produzione. Questo luogo avrà inoltre la finalità di stimolare la crescita di competitività del settore agro-alimentare, la ricerca della qualità, dell’innovazione e della sostenibilità ambientale nello sviluppo economico, favorendo il turismo rurale».
«Ringrazio la Soprip per aver creduto nella mia proposta- ha aggiunto il consigliere- e sottolineo, ancora una volta, la necessità di sviluppare l’agricoltura in montagna, tanto più in una zona leader per il settore agroalimentare, come è la Valceno».
Il costo dell’opera è stato di 38.092 euro, di cui 24.000 euro impiegati grazie al contributo di un fondo agricolo europeo per lo sviluppo rurale ed il restante saldo a carico del Comune.