Archivio

gusto

Ennesimo exploit delle cantine Ceci sulla guida Bibenda

Il Vino di Andrea Grignaffini

21 dicembre 2014, 08:54

Ennesimo exploit delle cantine Ceci sulla guida Bibenda

Ennesimo exploit delle Cantine Ceci di Torrile nella Guida “Bibenda” “Vini d’Italia Grappe e Ristoranti L’Orchestra Italiana 2015” edita dalla Fondazione Italiana Sommelier (pag. 2064; euro 39,00) che vede al vertice con il massimo punteggio di Cinque Grappoli, l’Otello Nero di Lambrusco 1813 2013, , supportato da questa la citazione: ”Porpora con spuma violacea, offre l’intero spettro di aromi varietali, dalla melagrana a frutti di bosco, rosa, violetta, chiudendo su spezie dolci ed erbe aromatiche. Si concede cremoso, fruttato di giusta sapidità”. Della stessa azienda, altri quattro vini raggiungono i quattro grappoli a suggellare il grande risultato aziendale: il To You Rosso 2013; il Lambrusco Otello 200 2013; la Malvasia Otello 200 2013; Lo Spumante Rosé Extra Dry Otello 2013.

Molto bene Monte delle Vigne
Punteggio di tutto rispetto anche per l’azienda Monte delle Vigne di Ozzano Taro con due vini premiati con quattro grappoli e così menzionati: il Nabucco 2012, “Rubino, luminoso, sussurra note di ciliegia, china, caramello e canfora. Fresco e scorrevole (…)”; l’Argille 2011, “Concentra profumi di visciole, vaniglia e tabacco dolce(…): bocca densa, calda con finale boisè (…)”.

Successo anche per Ariola
Sullo stesso livello la performance della cantina Ariola di Langhirano con due vini da quattro grappoli accompagnati dalle seguenti citazioni: il Marcello Gran Cru 2013, “Porpora con spuma violacea, spande profumi di mirtillo, mirto, accenni tostati e note salmastre. Bocca cremosa e morbida, (…); Lunico 2010, “(…) spezie scure, viola appassita, cacao, tabacco e amarena in confettura. Pieno con tannino austero e chiosa fruttata (…)”.

Carra e Lamoretti
In linea anche anche l’azienda Carra di Casatico che vede premiati con quattro grappoli due suoi vini, seguiti da queste schede: il Brut Camerapicta 2007, “Bagliori oro. Pera, caffè verde, pietra focaia, note iodate e salmastre (…) Sorso cremoso e fragrante (…)” e il Torcularia Rosa 2013, “Fragolina di bosco, melagrana, cedrina, crosta di pane e note minerali. Fresco e saporito (…)”. Chiudiamo la rassegna con l’azienda Lamoretti di Langhirano e il suo vino Vigneti Montefiore 2013 premiato con quattro grappoli e così citato: ” Rubino luminoso, si apre su toni di frutti di bosco, soprattutto mora e ribes, accenni di cacao, ferro e iodio. Assaggio bilanciato (…)”.

Bibenda e le grappe
La Guida Bibenda 2015 si è arricchita di una rassegna sulle migliori 50 etichette di Grappe Italiane recensite come i vini e premiate con i grappoli e alcuni suggerimenti sul Turismo del Vino e del Cibo, andare per Cantine e i migliori Ristoranti (segnalati con i baci). Come sempre molto importanti i numeri: i vini recensiti (20.000), le migliori Aziende Vinicole (1.700), e i 500 vini con i cinque grappoli.