Archivio

Basket

Milano demolito in casa dal Nizhny

Alla prima partita delle Top 16, l'Olimpia perde al forum per 59-79. Dominano i russi.

03 gennaio 2015, 00:20

Milano demolito in casa dal Nizhny

La prima partita di queste Top 16 è un incubo per Milano che soccombe per 59-79 sotto i colpi di Rochestie, Parakhouski e Thompkins. E' una pesante lezione per i biancorossi che potrebbe risultare molto costosa.

E' un inizio choc per l'Olimpia che non segna praticamente mai concedendo un prematuro 6-0 al Nizhny e obbligando Banchi al timeout d'emergenza. Hackett è confusionario in attacco e Gentile non vede il canestro, anche a causa di una circolazione che non porta mai la palla vicino a canestro (0-4 da tre). È proprio il capitano a sbloccare il punteggio con un appoggio e da quel momento la palla viene maggiormente servita a Moss in post basso con risultati ben diversi. La vera scossa per i biancorossi arriva da cinque punti filati di MarShon Brooks che accendono il Forum. Poco dopo arriva un'altra scarica da quattro dell'ex Lakers che regala il vantaggio 16-14 alla prima sirena.

Il Nizhny con in campo James appoggia molto la palla su Parakhouski in post basso, ma non trova buone soluzioni sul passaggio d'uscita. E' sempre e solo Brooks con un altro canestro a smuovere il risultato, perché Ragland si fa stoppare tre volte nel verniciato intestardendosi in penetrazione. La partita è decisamente brutta con un punteggio basso e poca precisione degli attacchi, ma James si dimostra sempre più vivo con una stoppata e un canestro in avvicinamento per il +6 Milano.

Con una tripla di Kleiza e un canestro di Gentile Milano si porta a +9, ma un immediato 5-0 dei russi ricuce lo strappo prima del 35-31 con cui si va alla pausa lunga.

 

Il secondo tempo inizia esattamente come il primo con Milano in bambola, gli ospiti che confezionano un 8-0 di parziale e Banchi costretto a chiedere ancora timeout. Questa volta i cambi non sortiscono l'effetto sperato perché il Nizhny gioca un terzo quarto spaziale. Quattro punti in fila di Thompikins fanno +8 e nonostante il tecnico di dubbia utilità preso dalla panchina russa, non si ferma il tramortente parziale ospite firmato da sette punti di Rochestie e altri cinque di Thompkins che fanno sprofondare i biancorossi. Il 42-59 è il perfetto emblema delle braccia basse e dell'inaccettabile approccio dell'Olimpia che chiude il terzo quarto a -15.

Banchi prova a mescolare le carte con un pò di pressing e qualche giocata di pura bagarre, ma il Nizhny è in missione e gioca sulle ali di una fiducia conquistata con il grande terzo periodo. Il distacco è sempre molto ampio, l'Olimpia non dimostra di crederci e viene soffocata dalla continua pressione dei russi che chiudono in carrozza una serata da ricordare.

In collaborazione con basketissimo.com.


Gli altri risultati del gruppo di Milano:

Crvena Zvezda-Real Madrid 72-79
Fenerbahçe-CSKA Mosca 81-84 dts
Alba Berlin-Barcellona 80-70
Laboral Kutxa-Anadolu Efes 67-72
Unicaja-Olympiakos 61-69

Momentaneamente Milano occupa l'ultima posizione in classifica.

Milano demolito in casa dal Nizhny