Archivio

Basket

Virtus Roma sconfitta tra gli sbadigli

I capitolini cadono a Saragoza dopo tre successi consecutivi in Eurocup.

15 gennaio 2015, 00:20

Virtus Roma sconfitta tra gli sbadigli
La Virtus Roma, reduce da 3 successi consecutivi tra campionato ed Euocup, si arrende al termine di un match dal punteggio basso e dallo scarso livello di spettacolarità al CAI Saragoza 67-53. La spasmodica ricerca del tiro da 3 punti e le drammatiche percentuali dal campo condannano gli uomini di Dalmonte al primo ko nel Girone I delle Last-32 della seconda competizione continentale.
 
Quando sul parquet ci siano due ottimi attacchi non c'è mai da stupirsi se la partita finisce con un punteggio bassissimo, ed è esattamente quanto accaduto anche in questa circostanza. Le due squadre che fanno largamente uso della conclusione dalla lunga distanza come principale freccia al proprio arco, non tradiscono le aspettative, anche se sono i padroni di casa a partire meglio con un parziale di 0-12 in risposta al primo canestro della gara firmato da Bobby Jones. E' ancora una volta il numero 6 capitolino ad interrompere l'emorragia con un'altra conclusione da 3 punti, ma la grande fisicità degli spagnoli ed il dominio sotto le plance, consentono ai ragazzi di Joaquin Ruiz di chiudere la prima frazione sul 22-11. Luca Dalmonte sceglie allora di ricorrere alla zona per cercare di spezzare il ritmo offensivo degli spagnoli e la scelta paga i propri dividendi con un parziale di 0-6 che rimette gli ospiti in partita (22-17). Bobby Jones è la principale bocca da fuoco della Virtus (13 punti) ed i tanti falli fischiati alla difesa spagnola consentono ai capitolini di rimanere a contatto, nonostante gli attacchi continuino a faticare ad accendersi all'intervallo lungo (28-23).
 
Le difficoltà offensive della Virtus non scompaiono neanche ad avvio di terzo parziale nonostante un movimento di squadra qualitativamente superiore a quanto mostrato nella prima metà di gara. Tra le fila degli ospiti segna il solo Bobby Jones, mentre in casa CAI sono Landry e Goulding a creare i maggiori grattacapi spingendo gli uomini di Ruiz  sul +14, massimo vantaggio della gara (44-30). I primi punti di Brandon Triche a fronte di 4 sanguinose palle perse, provano a dare la scossa alla Virtus, ma la pioggia di triple firmate da Landry e Robinson respingono il tentativo d'assalto dei capitolini portando gli spagnoli a toccare anche le 19 lunghezze di vantaggio (59-43). Un improvviso moto d'orgoglio sembra poter ridare coraggio e speranze agli uomini di Dalmonte che ritornano a -10 (59-49) a 2 minuti dalla sirena finale, ma si tratta solo di un fuoco di paglia. Al Pabellón Príncipe Felipe finisce 67-53 una gara tutt'altro che entusiasmante.
 
In collaborazione con basketissimo.com.

Virtus Roma sconfitta tra gli sbadigli