Archivio

Sport USA

NBA: Knicks ok dopo 16 gare

Calvario finito per New York. Bene anche Cavaliers, Blazers e Mavericks.

20 gennaio 2015, 10:00

I Cavaliers dopo la famosa giocata a bowling hanno ritrovato un po' di armonia e soprattutto i risultati, perché nella notte mettono a segno un'altra vittoria casalinga contro i Chicago Bulls che a loro volta entrano in un turbine di difficoltà. I risultati dei padroni di casa passano attraverso le prestazioni di LeBron James che risponde presente anche questa volta dopo aver dichiarato di sentirsi riposato come mai in carriera. Sono suoi i 26 punti assieme ai 18 e 12 assists di Kyrie Irving a sigillare la vittoria per i suoi che devono fare a meno ancora del miglior Love (3-13), anche se sembra non essere poi un grosso problema. A nulla servono i 22 di Jimmy Butler con i Bulls che giocano la terza partita consecutiva senza Noah e perdono la sesta delle ultime otto.

La vera notizia di nottata è la vittoria dei New York Knicks che fermano così a sedici la loro striscia di sconfitte consecutive, avendo la meglio tra le mura amiche dei New Orleans Pelicans, ancora privi sia di Holiday che di Davis. La partita non brilla per spettacolarità, ma i Knicks sono quasi sempre avanti grazie ai 26 di Anthony e ai 21 del protagonista che non ti aspetti Langston Galloway. Nel finale un paio di canestri di Melo e la tripla dall'angolo di Calderon sigillano la vittoria vanificando i 23 di Tyreke Evans.

Nel prepartita di Blazers-Kings due dei migliori talenti della lega come Boogie Cousins e Damian Lillard discutono da amici, ma in campo Boogie è poco socievole e con due stoppate in fila nel terzo quarto propizia il parziale dei Kings che volano via raggiungendo la doppia cifra di vantaggio.

I Blazers non ci stanno e con le incursioni di Lillard e le triple di Matthews si riportano a contatto, ma è una conclusione pesante dal palleggio di Batum a riportare avanti Portland che poi mette la palla nelle mani del proprio playmaker che con un clamoroso split del pick and roll con schiacciata finale, chiude l'incontro regalando una gioia al Moda Center.

I Mavericks nonostante un'evidente crisi di rigetto offensiva derivante dall'arrivo di Rondo vincono una cruciale battaglia tutta Western Conference a casa dei Memphis Grizzlies. Nowitzki e compagni fanno gara di corsa per quasi tutto il match sfruttando un'ottima mira da tre e i 25 punti di Monta Ellis, ma nel quarto periodo un paio di assists del rientrante Conley e il canestro di Randolph contro Chandler riportano la parità a quota 84, ma sempre Dirk e un jumper di Rondo chiudono il match regalando un'importante vittoria on the road.

 

Risultati:

Timberwolves-Hornets 80-105
Sixers@Wizards 76-111
Pistons@Hawks 82-93
Celtics@Clippers 93-102
Nuggets@Warriors 79-122
Mavericks@Grizzlies 103-95
Pacers@Rockets 98-110
Pelicans@Knicks 92-99
Bulls@Cavaliers 94-108
Raptors@Bucks 92-89
Kings@Blazers 94-98
Lakers@Suns 100-115


In collaborazione con basketissimo.com.

NBA: Knicks ok dopo 16 gare