Archivio

Utilità

Google translate, una app per le traduzioni instantanee

Mezzo miliardo di download

26 gennaio 2015, 23:00

Un miliardo di traduzioni al giorno: sono i numeri di Google traduttore, la app per Android e iOS che conta 500 milioni di fruitori e permette di destreggiarsi tra una novantina di lingue. Rispetto agli inizi, nel 2001, quando spesso le versioni erano piuttosto acerbe e non prive di madornali errori, lo strumento è andato migliorando, anche perché la sua natura resta quella di imparare dalla pratica, per cui più una lingua compare di frequente nei documenti che il programma setaccia nel web, più aumenta la possibilità per Google traduttore di apprendere ulteriori termini ed espressioni. Lo spirito è di appoggiarsi al servizio soprattutto quando si è in viaggio all'estero, supplendo al ruolo in passato rivestito dai manuali cartacei di conversazione corredati dal frasario delle locuzioni indispensabili.
A questo scopo la app può venire in aiuto in più modi, anche sfruttando le funzioni audio e di scansione delle immagini tramite la fotocamera del telefonino, così da velocizzare le fasi, per esempio, di ordinazione della cena al ristorante. Puntando lo smartphone sul menù, ecco che, grazie alla app Word lens sviluppata da Quest visual, i nomi dei vari piatti appaiono immediatamente in italiano sul display. Ci si può pure cimentare in brevi dialoghi, tramite il microfono del telefonino, che ripete, con una voce artificiale, le nostre frasi tradotte nella lingua con la quale si è rivolto a noi il cameriere e viceversa, provando quindi ad avvicinarsi a una normale conversazione. R. A.