Archivio

Gusto

Ricetta del giorno - Bomba di riso col fagiano

di Delia Cavazzini

30 gennaio 2015, 12:47

Ricetta del giorno - Bomba di riso col fagiano

La ricetta della nostra lettrice Delia Cavazzini

 

Ingredienti per 6 persone

1 fagiano intero
500 gr di riso
1 etto di lardo
1 etto di olio di oliva
2 etti di parmigiano
½ bicchiere di vino bianco
2 o 3 uova
½ litro di brodo di carne
1 tubetto di triplo concentrato di pomodoro
1 foglia di alloro
burro q.b.
pan grattato q.b.
trito di cipolla, sedano e carota
sale e pepe q.b


Preparazione
Si comincia mettendo a freddo in una casseruola il trito di cipolla, sedano e carote con il lardo, l’olio e la foglia di alloro. Su tutto si adagia il fagiano, tagliato a pezzi. In una pentola a parte, intanto, si fa bollire il brodo al quale si aggiunge il concentrato di pomodoro, in modo lo colori bene. Poi si inizia a fare rosolare il fagiano a fuoco lento, aggiungendo sale e pepe. Quando è ben rosolato si sfuma con il vino e si copre con il brodo. Poi si copre e si lascia cuocere per circa un’ora. A questo punto la preparazione si può interrompere per riprenderla più avanti la carne può riposare. Per capire se è cotta al punto giusto basta attendere che la carne si stacchi bene dalle ossa. Ci vorranno al massimo due ore. Quando la carne è pronta comincia la preparazione del riso che va cotto in acqua salata per massimo 8 minuti: completerà la cottura in forno. Un consiglio: non scolarlo troppo e conservare l’acqua di cottura. Si prende una pirofila alta, la si unge con abbondante burro e si passa uno strato spesso di pan grattato. Disossare la carne e dividerla dal sugo. Scottare il riso nel sugo della carne per poi aggiungere: uova, parmigiano e, se necessario, il resto del concentrato di pomodoro. Il riso rosso va versato per 3/4 nella pirofila e con le mani si crea una specie d conca al centro dove riporre la carne. Si copre con il riso restante e si cosparge bene con pan grattato, parmigiano e qualche noce di burro. La bomba va cotta in forno a 180° per 20 minuti finché non si forma una crosticina sopra. Prima di capovolgerla è bene scuoterla con energia finché non si stacca bene dalle pareti.