Archivio

FIDENZA

San Donnino d'oro: premiato chi aiuta gli altri

Attestati alla 3ª A dell'Itis, alla 3ª H della Zani, alla 4ª A D'Annunzio e alle alunne Camille ed Emma

02 febbraio 2015, 20:03

San Donnino d'oro: premiato  chi aiuta gli altri

Cattedrale gremita, ieri pomeriggio, per la 29ª edizione del premio «San Donnino d’Oro». Come sempre, sono stati premiati i ragazzi e gli adulti, segnalati dal comitato promotore, che si sono distinti, nell’ultimo anno, nel privilegiare l’amore per la vita degli altri.
Alla presenza del vescovo Carlo Mazza, dei sindaci Andrea Massari, Filippo Fritelli (in veste anche di presidente della Provincia) e di diverse altre autorità, sono avvenute le premiazioni.
I primi premiati sono stati gli alunni della terza A dell’Itis «Berenini»: «L’intera scolaresca – si legge nella motivazione - è divenuta una piccola comunità educante, di cui una compagna diversamente abile è orgogliosa e parte integrante».
Poi è toccato alla terza H della scuola media «Zani», con premio a Camille Eurydice Yoda Baorè che «nei momenti di conflittualità fra i compagni, ha cercato la motivazione più opportuna per portare pace e perdono». Altro premio alla quarta A della scuola elementare «D’Annunzio» di Salsomaggiore e a Emma Granelli per «il legame che ha stabilito con una compagna diversamente abile».
Tra le segnalazioni speciali, una per la famiglia di Claudio Roda, i cui figli frequentano la scuola dell’infanzia «Vianello» e l’Istituto canossiano: «Genitori - si legge nella motivazione - che hanno dimostrato di avere saldi principi cristiani che testimoniano con coerenza e chiarezza». Un’altra segnalazione è andata a Stefania Lusardi, di Castione Marchesi, per la sua vicinanza alla madre malata. Una terza segnalazione è andata invece a Vincenzo Di Carlo, della parrocchia di San Paolo, per l’attività di educazione che svolge nell’oratorio.
La cerimonia di premiazione si è chiusa con due momenti apprezzati: l’applaudito concerto della Corale dei Pueri Cantores, diretta dal maestro Luca Pollastri (che ha collaborato anche alla presentazione della manifestazione), e un fuori programma della Corale di Castione Marchesi, dedicato a Stefania Lusardi e alla sua cara mamma.