Archivio

Reggio Emilia

Omicidio di Quattro Castella: resta il mistero, Ris di Parma al lavoro

I carabinieri cercano di ricostruire l'accaduto. Trovata una pistola ma non l'arma del delitto

03 febbraio 2015, 20:07

Omicidio di Quattro Castella: resta il mistero, Ris di Parma al lavoro

Resta un mistero la morte di Marco Montruccoli, 34 anni, artigiano muratore residente ad Albinea, sulle colline di Reggio Emilia. L’uomo è stato assassinato ieri sera alle Forche di Quattro Castella (Reggio Emilia) nella casa del fratello Matteo, 38 anni, rimasto ferito all’addome e con tumefazioni al volto: è ricoverato in Rianimazione all'ospedale di Reggio Emilia.
Tutta da accertare ancora la dinamica. Anche perché in una siepe, vicino all'abitazione, è stata trovata una pistola, che non sarebbe però stata utilizzata per colpire il 34enne, ucciso dai fendenti del coltello.
L’arma del delitto non è ancora stata trovata: sul posto non c'erano coltelli sporchi di sangue. Sul luogo del delitto anche questa mattina erano presenti i carabinieri che hanno posto sotto sequestro l’abitazione e inviato i rilievi eseguiti al Ris di Parma per gli accertamenti.
Il fratello ferito - già noto in passato alle forze dell’ordine per questioni legate agli stupefacenti - è stato interrogato: ha parlato della presenza di terze persone. Ora i carabinieri stanno cercando di trovare riscontri alle sue parole, anche attraverso i tabulati telefonici e i contatti del cellulare che è stato trovato sul luogo del delitto.