Archivio

MILANO

Omicidi a picconate: giudici,rancore per lotta sopravvivenza

Motivazioni sentenza d'appello che conferma condanna a 20 anni

04 febbraio 2015, 14:08

(ANSA) - MILANO, 04 FEB - "L'azione criminale" di Adam Kabobo, che nel maggio 2013 uccise tre passanti a colpi di piccone a Milano, fu "agevolata dalla malattia che gli suggerì il mezzo per consentirgli di perseguire il suo lucido progetto di esprimere rancore e sfinimento per le sue esperienze di quotidiana lotta per la sopravvivenza". Lo scrivono i giudici della seconda Corte d'Assise d'Appello di Milano nelle motivazioni della sentenza con hanno confermato la condanna a 20 anni di carcere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA