Archivio

ROMA

Turismo: Istat, 66% vacanze a casa di amici e parenti

Dati 2013, seguono abitazioni di proprietà, affitti e B&B

04 febbraio 2015, 22:17

(ANSA) - ROMA, 4 FEB - Sarà perché la crisi continua a "mordere", ma nel 2013 l'alloggio privato è quello scelto per il 52,6% dei viaggi nel complesso (il 65% delle notti) e il 56% di quelli per vacanza (il 66% delle notti) con destinazione italiana. A scattare la fotografia è l'Istat. I 2/3 delle vacanze (66%) si trascorrono in abitazioni di parenti o amici (53% delle notti), seguite dalle abitazioni di proprietà (18,6% dei viaggi e 28,5% delle notti) e dagli alloggi in affitto e bed & breakfast (10,7% e 16,4%). Tra il 2008 e il 2013, le vacanze in abitazioni private sono diminuite del 54,4% (-41,7% per le notti), quelle in strutture collettive, più frequenti all'estero, del 37%. Per le abitazioni private, il forte calo è concentrato sulle vacanze brevi (oltre il 60% in meno, anche in termini di notti) e nel 2013 le vacanze in alloggi privati sono quindi mediamente più lunghe (sono viaggi lunghi nel 54% dei casi). La durata media delle vacanze in abitazioni private è aumentata - da circa 6 notti a 7,8 - soprattutto nelle abitazioni di parenti e amici (da 4,7 a 6,2) e in quelle di proprietà (da 8 a 11,9); stabile la media per gli alloggi in affitto (pari a 9,5). Nel 2013, il 15,6% dei residenti ha effettuato almeno una vacanza in Italia (24,4% nel 2008); tra questi, più della metà (8,6%) è stato almeno una volta in abitazioni private (14,6% nel 2008); a diminuire sono soprattutto i turisti in case di proprietà (dal 3,2% all'1,5%). L'auto è il principale mezzo di trasporto utilizzato (78,3%), seguito da treno (10,1%), aereo (7,1%) e nave (3,5%).

© RIPRODUZIONE RISERVATA