Archivio

Il caso

Rifiuti abbandonati a Colorno: il Comune controlla i residenti

L'assessore Mora: «Sono stati intensificati gli interventi sul territorio». L'invito dell'amministratore ai colornesi: «Segnalino se vedono qualcosa di strano»

di Cristian Calestani

05 febbraio 2015, 20:07

Rifiuti abbandonati a Colorno: il Comune controlla i residenti

Si intensificano i controlli a Colorno per contrastare il triste fenomeno dell’abbandono dei rifiuti.
L’Amministrazione comunale - grazie all’operato della Polizia municipale dell’Unione Bassa Est Parmense - ha predisposto una serie di controlli specifici sul territorio per contrastare l’incivile e dannosa abitudine degli abbandoni di rifiuti sia di tipo domestico che derivanti da attività produttive.
«L’obiettivo - spiega il vicesindaco Pier Luigi Mora - è quello di verificare che tutti i residenti nel comune siano iscritti a ruolo, ossia versino l’imposta dovuta che viene calcolata per le utenze domestiche in base ai componenti della famiglia e ai metri quadrati dell’abitazione e per le utenze commerciali in base alla categoria merceologica e ai metri quadrati delle attività produttive».
Grazie allo sforzo della maggior parte dei colornesi arrivano, però, anche notizie positive sul tema rifiuti. «Il nuovo sistema di raccolta porta a porta in forma puntuale - aggiunge Mora - sta dando grande soddisfazione all’amministrazione visto che analizzando i dati del 2014 possiamo fare un bilancio molto positivo considerato che la percentuale di rifiuto residuo raccolto tende a diminuire, mentre aumenta quella della raccolta differenziata». Su 100 chili di rifiuti prodotti a Colorno solo 15,5 nel corso del 2014 sono andati a smaltimento per cui - tenendo conto anche dei rifiuti da spazzamento ed ingombranti - si è raggiunta una quota di raccolta differenziata pari all’84,5 %. «E’ un dato di cui dobbiamo andare orgogliosi - è il commento finale di Mora -. Per capirne meglio la portata possiamo analizzare altri numeri significativi. Il rifiuto residuo raccolto in un anno a Colorno è pari a 701 tonnellate, la parte organica è di 971 tonnellate, la carta 634 tonnellate, plastica e barattolame 372 tonnellate ed il verde 909 tonnellate. Quando non si differenziava tutto finiva in discarica o nell’inceneritore: era l’equivalente della portata di 140 tir. E’ lampante quanto sia importante la collaborazione e il senso civico dei cittadini ai quali va il nostro ringraziamento per la collaborazione. Chi nota qualcosa di strano ed anomalo è pregato di segnalarcelo».
Per dettagli e info sul sistema rifiuti: numero verde Iren 800212607 oppure rivolgersi agli uffici comunali anche con il sistema «Comuni-chiamo».