Archivio

Rugby

Sei Nazioni: l'Inghilterra sbanca nell'esordio

Gara equilibrata con il Galles, ma gli uomini di Lancaster - con le mete di Watson e Joseph - si dimostrano più concreti.

07 febbraio 2015, 00:40

Al Millenium Stadium di Cardiff è andata in scena la partita d'inaugurazione del Sei Nazioni tra i padroni di casa del Galles e i ‘cugini' dell'Inghilterra.

I ‘Dragoni' si portano avanti dopo un solo minuto grazie al calcio di punizione di Halfpenny, seguito sei giri di lancette più tardi dalla prima meta del torneo, firmata Rhys Webb, trasformata dal solito Halfpenny. Gli inglesi però si riportano sotto con la meta di Watson, prima dei due calci di punizione trasformati, uno per parte, per merito di Halfpenny e Ford. Prima dell'intervallo c'è tempo per il drop di Biggar, che trova i pali di rimbalzo: 16-8 per il Galles dopo i primi 40'.

Nella ripresa la partita cambia, con i padroni di casa che reggono, ma offensivamente calano parecchio. E alla lunga gli uomini di Lancaster fanno male, molto male. Jonathan Joseph scappa via quasi subito e sigla la meta, immediatamente trasformata da Ford. Il mediano d'apertura del Bath, con altri due calci di punizione trasformati, mette la firma sulla vittoria. Al termine della partita gli inglesi gioiscono: 16-21.



Galles: Leigh Halfpenny; Alex Cuthbert, Jonathan Davies, Jamie Roberts, George North; Dan Biggar, Rhys Webb; Gethin Jenkins, Richard Hibbard, Samson Lee, Jake Ball, Alun Wyn Jones, Dan Lydiate, Sam Warburton, Taulupe Faletau.

Riserve: Scott Baldwin, Paul James, Aaron Jarvis, Luke Charteris, Justin Tipuric, Mike Phillips, Rhys Priestland, Liam Williams.

Marcatori Galles

Mete: Webb (7)

Conversioni: Halfpenny (7)

Punizioni: Halfpenny (1, 23)  Drop: Biggar (40)

 

Inghilterra: Mike Brown; Anthony Watson, Jonathan Joseph, Luther Burrell, Jonny May; George Ford, Ben Youngs; Joe Marler, Dylan Hartley, Dan Cole, Dave Attwood, George Kruis, James Haskell, Chris Robshaw, Billy Vunipola.

Riserve: Tom Youngs, Mako Vunipola, Kieran Brookes, Nick Easter, Tom Croft, Richard Wigglesworth, Danny Cipriani, Billy Twelvetrees.

Marcatori Inghilterra

Mete: Watson (14), Joseph (43)

Conversioni: Ford (43)

Punizioni: Ford (31, 60)

Sei Nazioni: l'Inghilterra sbanca nell'esordio