Archivio

viabilità

Slavina al Lagastrello. Code e disagi in A1

06 febbraio 2015, 11:01

Slavina al Lagastrello. Code e disagi in A1

Grossi disagi al traffico a causa dell'intensa nevicata in corso a Parma. 
La via Emilia e le tangenziali sono percorribili ma i veicoli procedono a rilento. In particolare, nel tratto fra Sant'Ilario d'Enza e Parma stamattina c'era uno spesso strato di neve indurita, che rendeva ancor più difficoltoso il transito. I mezzi spalaneve sono al lavoro.

Foto: il bus "pattina" in largo 8 marzo

Il ponte fra Montecchio e Montechiarugolo è stato chiuso questa mattina dopo che, alle 6,30 circa, un bus si è bloccato nella neve. I veicoli diretti verso il Parmense sono stati deviati a Sant'Ilario e San Polo d'Enza. Difficile ma non chiusa invece la circolazione dal Parmense verso il Reggiano. Video

LA SITUAZIONE IN PROVINCIA ORE 12

Ecco la situazione della viabilità provinciale alle 12 di oggi, comunicata dal Servizio provinciale Viabilità.
Il piano neve della Provincia è scattato: tutte le strade provinciali sono aperte, fino alle 11,30 in pianura erano nere, alle 12 si stanno di nuovo imbiancando.
La nevicata è stata imponente, ed è ancora in corso: sono caduti 120 cm di neve sul Tomarlo, 50 cm nella Bassa.
Il Passo del Lagastrello è chiuso sul versante Toscano per la caduta di una slavina.
Vi sono grossi problemi per la caduta di alberi sul settore Est (Vald’Enza, Val Parma), sulla SP 15 della Val Baganza e sulla SP 104 di Cassio.
Sulla SP 91, nella Bassa Est è caduto un palo ENEL. Inoltre, a Sala Baganza, per un problema analogo, un migliaio di persone è senza energia elettrica.
In mattinata era caduto un palo della luce anche sull’Asolana, ma ora la situazione è risolta.
Problema di caduta rami anche sulla carreggiata sulla SP 91 di Samboseto, sulla Sp 93 di Costamezzana, sulla SP 54 delle Terme e sulla SP 71 di Coduro.
I mezzi spalaneve sono passati su tutte le strade provinciali, nella Bassa già 5-6 volte.
Si pregano i cittadini di non mettersi in strada se non è strettamente necessario. 


Autostrade: il casello di Parma è chiuso in uscita per traffico intenso sulla viabilità ordinaria, dice Autostrade per l'Italia. E chi entra in autostrada deve avere le catene con sé. Ed è in corso la regolazione del traffico da parte delle forze dell'ordine.
Chiuso in uscita anche il casello di Terre di Canossa-Campegine. Alle 15,15 erano segnalate code all'altezza di questo casello. Autostrade consiglia l'uscita di Reggio Emilia sia per chi arriva da Milano sia per chi proviene da Bologna. 

NUMEROSI TIR HANNO VIOLATO I DIVIETI NELLA NOTTE. Numerosi mezzi pesanti, nel corso della notte, hanno violato i divieti di accesso e transito sulle autostrade interessate dalle nevicate. Lo afferma Autostrade per l'Italia sostenendo che sull'intera rete la circolazione è garantita per i veicoli leggeri.  
Nel corso delle ultime 36 ore si sono accumulati 40 cm di neve nella zona di Bologna, 50 a Parma e quasi un metro nel tratto appenninico all’altezza di Pian del Voglio. In accordo con la Polizia Stradale sono dunque scattati i provvedimenti di fermo temporaneo dei mezzi pesanti. Ma nel corso della notte, afferma la società, «durante la fase di picco delle precipitazioni nevose, numerosi tir hanno violato i provvedimenti e sono entrati in autostrada nonostante il divieto, interrompendo la continuità dei trattamenti di salatura e sgombero neve e determinato temporanei problemi di transitabilità in A4, tra Dalmine e Seriate, in A1 tra l'allacciamento A15 e Parma e in A14, tra Castel S. Pietro e l’allacciamento con la A1». Al momento i blocchi per i mezzi pesanti sono presenti in provincia di Bologna, Forlì-Cesena, Modena, Parma, Piacenza e Lodi.
Complessivamente, le nevicate hanno interessato circa 700 km della rete gestita da Autostrade, che ha schierato 1.200 mezzi e 2.500 uomini, in Emilia Romagna, Piemonte, Lombardia, Liguria e Friuli Venezia Giulia.

Traffico in autostrada:la situazione in tempo reale

Meteo: le previsioni comune per comune


TRENI: PROBLEMI SULLA LINEA PARMA-BRESCIA. 
Seri problemi anche sulla rete ferroviaria, con Trenitalia e Rfi che stanno facendo il possibile per garantire i collegamenti, in particolare nel nodo di Bologna. Al momento il traffico regionale sta facendo registrare ritardi di circa un’ora e cancellazioni ma le difficoltà riguardano anche la circolazione dei treni a media e lunga percorrenza e i treni ad Alta Velocità, che viaggiano al momento a velocità ridotta. Circolazione fortemente rallentata anche in Lombardia, con interruzioni sulla Milano-Chiasso, sulla Milano-Gallarate, sulla Brescia-Parma, sulla Cremona-Mantova, sulla Treviglio-Cremona e sulla Brescia-Cremona. 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA