Archivio

LA STORIA

E il sindaco portò la mamma ad allattare

07 febbraio 2015, 12:54

E il sindaco portò la mamma ad allattare

Avere una figlia di due settimane ricoverata in neonatologia perché nata prematura, ma non poterla raggiungere per darle il latte materno di cui ha bisogno. Anche questo è uno dei tanti problemi causati dalla nevicata di ieri, o, meglio, dall'impraticabilità di tante strade.
A denunciare il caso è una mamma che vive a Coenzo di Sorbolo. Alla fine, a trovare una soluzione è stato il sindaco di Sorbolo in persona, Nicola Cesari, che nel primo pomeriggio, una volta informato della situazione, è andato con la propria auto - un fuoristrada - direttamente a casa della donna in difficoltà, accompagnandola fino all'ospedale Maggiore.
Ma per tutta la mattinata, prima della provvidenziale soluzione, la mamma si era vista in grande difficoltà. «In strada Chiozzola, dove abito, non è passato nessuno spartineve per tutta la mattina - racconta - e la strada è letteralmente impraticabile». Spiega di avere cercato di contattare il Comune, dove però era impossibile prendere la linea. Allora ha provato con i carabinieri: «Quando ho spiegato che dovevo andare in ospedale dalla mia bambina e che ero bloccata in casa, il militare mi ha detto in modo sbrigativo che non ci poteva fare niente e che anche sua moglie stava in casa... Una risposta che poteva anche risparmiarsi, anche perché sua moglie non è certo in una situazione come la mia».f.ban.