Archivio

Sport USA

Addio Smith, rese grande Michael Jordan

E' morto a 83 anni lo straordinario allenatore dell'università di North Carolina dal 1961 al 1997, fu il mentore della leggenda dei Chicago Bulls.

08 febbraio 2015, 18:20

Addio Smith, rese grande Michael Jordan
Una leggenda del basket NCAA ci ha lasciato nella notte di sabato 7 febbraio: Dean Smith è morto all'età di 83 anni, nella sua casa di Chapel Hill. E' stato lo straordinario allenatore dell'università di North Carolina dal 1961 al 1997, conquistando con i Tar Heels due titoli universitari e portando la sua squadra per ben 11 volte alle Final Four. Ha vinto ben 879 partite nel corso della sua carriera, in cui ha guidato anche gli Stati Uniti ad un oro olimpico a Montreal 1976, quando il Team USA non era ancora formato dai migliori giocatori NBA, ma dai più grandi prospetti del college.
 
Tra le sue vittorie ci sono ben 13 titoli dell'ACC (Atlantic Coast Conference) su 36 stagioni disputate e, con le già citate 879 vittorie (254 sconfitte), è al quarto posto assoluto dietro il suo grande rivale Mike Krzyzewski (1.003), Jim Boeheim (963) e Bob Knight (902). E' stato inserito nella Hall of Fame dal 1983, anno dopo aver vinto il suo primo titolo NCAA con UNC, quando aveva in squadra due future leggende del basket americano come Michael Jordan e James Worthy. Il suo secondo ed ultimo titolo arriverà nel 1993, mentre per quattro volte è stato nominato Coach of the Year.
 
"E' una perdita gravisisima per il North Carolina, il nostro stato, l'università e, ovviamente, per i Tar Heels, ma in realtà lo è per tutto il mondo del basket - le parole di Roy Williams, attuale coach di North Carolina e per 10 anni assistente di Smith - Abbiamo perso uno dei nostri più grandi ambasciatori del college basket ed un uomo di alta integrità che ha fatto tante cose fuori dal campo per contribuire a rendere il mondo un posto migliore in cui vivere". Una vera leggenda: coach Smith resterà per sempre nella storia.
 
in collaborazione con basketissimo.com

Addio Smith, rese grande Michael Jordan