Archivio

vertice in prefettura

Fidenza, Massari critica (ancora) Enel

08 febbraio 2015, 21:03

Fidenza, Massari critica (ancora) Enel

“Enel si è impegnata entro stasera ad attivare tutte le cabine di media tensione, ma continua a non indicare tempi certi sulle utenze di bassa tensione. Domattina, ci hanno spiegato, dovremmo avere un piano più dettagliato. Una vicenda che ha del surreale, lo ribadisco. Ho 200 famiglie/utenze che sono ancora senza energia da quasi tre giorni e non si danno loro scadenze chiare”.
Andrea Massari, sindaco di Fidenza e presidente dell'Unione Terre Verdiane, commenta così l'esito del vertice convocato oggi alle 16 in Prefettura, alla presenza del Prefetto Giuseppe Forlani e di un tecnico Enel.
Incontro accompagnato per tutta la giornata da un costante contatto di Massari con il governatore Stefano Bonaccini e l'assessore regionale alla Protezione Civile, Paola Gazzolo.
“Ci tengo a ringraziare il Prefetto, per aver messo tutte le parti in condizione di potersi confrontare, per risolvere il problema – spiega Massari –. Purtroppo, ho domandato ai tecnici di Enel di avere tempi certi per il ritorno dell'energia elettrica nelle case e nelle aziende e non abbiamo avuto indicazioni precise. A Fidenza le cose sono già andate troppo per le lunghe: una data sicura per la soluzione del problema ci serve, per organizzare il prelievo di chi è al freddo e al buio ed effettuare il trasferimento nell'albergo che il Comune ha messo a disposizione gratuitamente. Albergo il cui conto sarà mandato ad Enel, una volta finito tutto”.
“Non è possibile che per una nevicata di 30-35 centimetri le gente debba nel 2015, restare al buio, al freddo, senza telefono e rete mobile – rileva il sindaco Massari –. Peraltro, nell'incontro di oggi ho segnalato la presa in giro del numero verde Enel, cui i cittadini si sono rivolti e si rivolgono per avere informazioni. Un servizio che sta fornendo tempistiche completamente scollegate dalla realtà e che ha fatto solo montare l'esasperazione”.
Al vertice in Prefettura erano presenti, tra gli altri, anche i sindaci di Parma (Federico Pizzarotti), Noceto (Fabio Fecci), Soragna (Salvatore Iaconi Farina), Montechiaruoglo (Luigi Buriola), Roccabianca (Marco Antonioli), Neviano Arduini (Alessandro Garabasi), Sissa-Trecasali (Nicola Bernardi), Mezzani (Romeo Azzali), Sorbolo (Nicola Cesari).