Archivio

dilettanti

Il maltempo ferma i Dilettanti

A rischio anche il turno successivo. Domani a Bologna si riunisce il Comitato regionale. Dall'Eccellenza fino alle categorie giovanili tutti i campionati sono stati rinviati

di Vittorio Rotolo

08 febbraio 2015, 13:29

Il maltempo ferma i Dilettanti

L’intensa nevicata che, nelle ultime ore, si è abbattuta anche sul nostro territorio, ha prodotto una naturale conseguenza per il week end calcistico: dall’Eccellenza fino alle categorie giovanili, tutti i campionati sono stati rinviati. Domani i vertici del Comitato regionale della Figc si ritroveranno a Bologna per fare il punto della situazione. Al momento non c’è alcuna ipotesi sulla data di recupero della giornata rinviata. Che, peraltro, potrebbe non essere nemmeno l’unica. Con un ulteriore abbassamento delle temperature nei prossimi giorni e le relative gelate notturne, infatti, è concreto il rischio che anche il prossimo turno possa saltare.
«È un’eventualità che dobbiamo prendere in considerazione - evidenzia Ivano Zantei, consigliere del Comitato Figc Emilia Romagna -: tutto dipende ovviamente da cosa succederà a livello meteorologico. Bisogna considerare che, per quanto concerne l’Eccellenza, per poter giocare devono essere trascorse almeno 72 ore dalla fine delle nevicate, mentre per la Prima categoria bisogna addirittura attendere una settimana. La fortuna è che, avendo giocato durante il mese di gennaio, in questo momento non siamo affatto indietro con il calendario...». Certo, trovare una collocazione ideale per recuperare tutte le gare non è affatto semplice. «Occorrerà fare una serie di valutazioni e contemperare le esigenze dei diversi campionati - spiega ancora Zantei -: le gare di Eccellenza e Promozione, ad esempio, non possono essere recuperate in concomitanza, per mancanza di un numero sufficiente di assistenti di linea. Per Prima e Seconda categoria, invece, il discorso è un po' più semplice, dal momento che le partite prevedono la presenza del solo direttore di gara».
Nelle categorie inferiori, al disagio organizzativo che comporta un eventuale recupero infrasettimanale (per via degli impegni lavorativi di giocatori e tecnici...), si aggiunge il fatto che molti campi da gioco parmensi non sono dotati dell’impianto di illuminazione: impossibile quindi giocare in orario serale. Il delegato provinciale della Figc, Franco Varoli, si mostra comunque fiducioso: «Faremo di tutto per agevolare le società, cercando di far disputare il maggior numero di gare possibili sui campi in erba sintetica di Colorno, Fidenza e Noceto, distribuendole magari tra le giornate di mercoledì e giovedì». Nella nostra provincia, la situazione degli impianti è al momento davvero complicata: dai comuni della Bassa a quelli della montagna, ovunque, ieri mattina gli addetti ai lavori hanno trovato la superficie del terreno di gioco ricoperta da un abbondante strato di neve. «Qui a Busseto, aspettiamo intanto che smetta definitivamente di nevicare - raccontava Michele Bianchi, direttore sportivo del Pallavicino -: cercheremo quindi di ripulire il nuovo campo sintetico adiacente al Cavagna, facendo in modo che la squadra possa almeno riprendere da subito gli allenamenti».
Campo impraticabile pure a Monticelli Terme. «Vista la situazione, abbiamo naturalmente annullato la seduta di allenamento in programma questa sera (ieri per chi legge, ndr) - ha riferito Maurizio Marchini, direttore sportivo della locale formazione che milita nel campionato di Promozione -. Insieme allo staff tecnico, stiamo ora valutando quale soluzione adottare per i prossimi giorni: al momento non so dire quando e dove i nostri ragazzi potranno allenarsi». Ben quindici centimetri di neve ricoprivano invece il manto dello stadio «Bozzia» di Borgotaro, dove nella giornata di ieri si è recato il tecnico della Valtarese, Gian Marco Bozzia. «Dalle nostre parti, se consideriamo che anche per i prossimi giorni le temperature notturne andranno sottozero, ci vorrà più tempo per tornare ad una piena fruizione del campo. La mia squadra avrebbe dovuto giocare in casa la prossima settimana contro il Brescello, ma a questo punto ritengo assai improbabile lo svolgimento della gara».