Archivio

Sport USA

Infortunio per Davis, Bulls a +30

Dopo l'uscita del loro leader i Pelicans crollano con Chicago.

08 febbraio 2015, 11:40

La partita di cartello della notte era sicuramente quella di Dallas dove i Mavericks aspettavano i Blazers di Damian Lillard in difficoltà nel tiro da tre punti.
 
La partita non tradisce le attese perche Dame aggiusta la mira e mette a segno quattro triple portando i suoi avanti nel finale, ma Nowitzki infila la tripla del pareggio che porta tutti al prolungamento dopo l'errore sulla sirena dello stesso Lillard. Spesso Nowitzki chiama cambi difensivi vantaggiosi e nell'overtime punisce con il suo esiziale jumper dal gomito, ma la giocata decisiva arriva da Parsons che ruba un rimbalzo offensivo e rifornisce Ellis per la tripla che chiude i giochi.
 
Partita vibrante anche in quel di Milwaukee dove i Bucks battono in volata i Celtics per 96-93 grazie all'oirmai consueto canestro di Brandon Knight nel finale. Gli highlights sono totalmente monopolizzati da “The greek freak” che mette in mostra un campionario di atletismo fuori dal comune stoppando, rubando e schiacciando palloni che sembrerebbero proibiti per i bipedi umani.
 
Nonostante questo, Sullinger tiene in corsa i Celtics e li porta a -1 nel finale, ma lo step back jumper di Knight è di notevole fattura e ancor maggiore efficacia e fa esplodere tutta Milwaukee.
 
Dopo l'incredibile tripla che ha deciso la partita contro i Thunder Anthony Davis torna a casa con i suoi Pelicans per ospitare i Bulls. La partita di unibrow dura poco più di un quarto perché in un contropiede chiuso con schiacciata perde contatto col ferro e cade rovinosamente sulla spalla infortunandosela e abbandonando il campo. Lo choc è evidente e dopo l'uscita del loro leader subiscono un eloquente parziale di 40-11 che regala ai Bulls una facile vittoria fermando la striscia di tre sconfitte consecutive.
Le vittorie consecutive dei Sixers in casa, invece, diventano quattro grazie alla grande prova contro gli Charlotte Hornets. Il protagonista di giornata è Robert Covington che dopo un primo tempo silente e con gli Hornets avanti, esplode nel terzo quarto inscenando uno spettacolo balistico da lontano di grande fattura e portando alla vittoria i suoi con venti punti finali.
 
Risultati:
Bulls@Pelicans 102-72
Nets@Wizards 77-114
Warriors@Knicks 106-92
Hornets@Sixers 81-89
Blazers@Mavericks 101-111 OT
Celtics@Bucks 93-96
King@Jazz 90-102
 
In collaborazione con basketissimo.com

Infortunio per Davis, Bulls a +30