Archivio

Sport USA

Howard fa crac, due mesi di stop

Non è un gran momento per i lunghi NBA.

09 febbraio 2015, 19:00

Non è un gran momento per i lunghi NBA. E' notizia di ieri il brutto infortunio di Blake Griffin, che lo costringerà all'operazione ed a restare ai box per oltre un mese (tra quattro e sei settimane). Uno stop ancora più lungo è previsto per Dwight Howard, fuori dallo scorso 23 gennaio per un problema al ginocchio destro. 'Superman' è stato sottoposto a risonanza magnetica e, fortunatamente, non è stato rilevato alcun danno strutturale, ma i tempi di recupero sono piuttosto lunghi, si parla di 6-8 settimane.
 
Nella migliore delle ipotesi, dunque, Howard tornerà sul parquet a fine marzo, altrimenti potrà scendere in campo solamente nelle partite finali della regular season, prima del via dei playoff a metà aprile. Proprio la post-season è il grande obiettivo del centro degli Houston Rockets: "L'unica cosa importante - le sue parole a Mark Berman - è tornare in campo ed essere in forma per i playoff". La formazione texana è attualmente al terzo posto nella Western Conference, con un record di 5-1 da quando si è fermato Howard.
 
Non andranno ai playoff, invece, i Sacramento Kings: la squadra californiana è staccata nove gare e mezza dall'ottavo posto e, dunque, sta già pensando alla prossima stagione. Sulla panchina potrebbe arrivare George Karl, attuale analista televisivo di Espn, ma uno dei coach più vincenti dell'NBA, con 1.131 vittorie conquistare in carriera. Il tecnico e la società di Sacramento si sono incontrati in più di un'occasione e potrebbe arrivare l'accordo, per portare l'ex allenatore di Denver già in panchina nel finale di questo campionato.
 
In collaborazione con basketissimo.com

Howard fa crac, due mesi di stop