Archivio

Basket

Milano vince in Laguna

Gli uomini di Luca Banchi, grazie ad una buonissima prova corale, piegano i lagunari 74-84.

09 febbraio 2015, 23:20

Milano vince in Laguna
L'EA7 Armani Milano si aggiudica la sfida con l'Umana Reyer Venezia, centrando il tredicesimo successo consecutivo in campionato. Gli uomini di Luca Banchi, grazie ad una buonissima prova corale, piegano i lagunari 74-84 mantenendo così inalterato il proprio vantaggio nei confronti della Grissin Bon Reggio Emilia, seconda forza solitaria in classifica. 
 
Quando si affrontano la prima e la seconda della classe è lecito aspettarsi un avvio contratto, e così accade anche al PalaTaliercio. A sbloccare le marcature ci pensa un ispiratissimo Benjamin Ortner che con 8 punti in fila costringe Luca Banchi a chiamare timeout sulla palla persa di Joe Ragland che consente a Julian Stone di siglare il 10-6 iniziale. La strigliata del coach meneghino sveglia l'Olimpia che con le triple del suo numero 1 ed i canestri di Daniel Hackett firma un contro parziale di 0-10 che la spinge sul +6, massimo vantaggio della gara (10-16). Recalcati che non riesce ad avere il solito contributo da Peric sotto canestro e da Jarrius Jackson gioca la carta Phil Goss per cercare di muovere la difesa meneghina. La scelta paga i dividendi sperati e con i 5 punti in fila dell'ex Virtus Roma e la tripla di Viaggiano, la Reyer chiude la prima frazione sul 20 pari. Ad inizio secondo periodo, Banchi prova ad affidarsi alla panchina e la coppia Meacham-Brooks spinge Milano sul +7. L'ottima circolazione di palla della Reyer ed il gioco perimetrale di Dulkys riportano Venezia a contatto, ma è ancora una volta Il numero 2 milanese, letteralmente immarcabile, a ristabilire le distanze. Recalcati prova allora a ributtare nella mischia Goss e proprio un gioco da 3 punti del numero 5 orogranata consente ai padroni di casa di archiviare il primo tempo sul punteggio di 35-37.
 
Le squadre rientrano sul parquet con grandissima determinazione: tra le fila della Reyer è ancora una volta Phil Goss ad incendiare la retina con 5 punti in fila, ma Hackett e Ragland sono abili a rispondere colpo su colpo (40-43). Venezia sale di colpi in difesa e con i canestri di Ortner e Viaggiano, gli uomini di Recalcati tornano a mettere il naso avanti sul 46-43. L'EA7 trova punti preziosi dai suoi esterni e con la quarta tripla della gara di Ragland si riporta sul+6 (46-52) spegnendo l'entusiasmo del PalaTaliercio. Samuels prova a caricarsi sulle spalle l'attacco meneghino e l'Olimpia arriva addirittura a toccare le 9 lunghezze di distanza prima che un canestro di Ress fissi il punteggio sul 55-61 con il quale si chiude la terza frazione. Il grandissimo protagonista dei primi minuti dell'ultimo quarto è ancora una volta Phil Goss che con i suoi punti numero 19-20 e 21 riporta la Reyer ad un solo possesso di distanza sul 60-62. L'Olimpia si affida allora ai suoi uomini migliori e con i canestri di Samuels ed Hackett ristabilisce le 6 lunghezze di distanza. Venezia continua a tirare con percentuali tremende dalla lunetta del tiro libero (7/17) e gli ospiti sono bravi ad approfittarne tornando sul +9 con i liberi di Samuels a 2 minuti dalla sirena finale. In un finale di gara concitato è Milano ad avere la meglio sui lagunari grazie ad una maggiore freddezza nei possessi chiave e ad una discreta precisione dalla linea della carità. Al PalaTaliercio finisce 74-84. 
 
In collaborazione con basketissimo.com
 

Milano vince in Laguna