Archivio

libri

Quelle liriche di "Gasparo", rugbista poeta

L'opera di Antonio Gasparini

di Lorenzo Sartorio

10 febbraio 2015, 19:59

Quelle liriche di

Lo ha voluto presentare nel natìo e amatissimo «de dla da l’acqua» in quel circolo di cui è socio e consigliere: l’«Aquila- Longhi» di vicolo Santa Maria. Nei giorni scorsi, nel circolo oltretorrentino, è stato presentato il libro di poesie di Antonio Gasparini («Gasparo»).
Al battesimo del libro, per i caratteri di «Graphital» di Emilio Sodano, tanti amici ed estimatori del poeta, sessantaquattrenne, un passato da rugbista nelle «Fiamme Oro Padova», per tanti anni responsabile vendite della «Michelin». Il libro, che si presenta in elegante veste tipografica, impreziosito da bei disegni a colori, è stato commentato da Nicoletta Mistichelli, già docente di Storia e Filosofia al liceo «Marconi», mentre alcuni poesie sono state declamate da Enzo Petrolini, non solo apprezzato finedicitore, ma amico fraterno di «Gasparo».
Il saluto ai numerosi presenti è stato porto dal presidente dell’«Aquila-Longhi» Corradone Marvasi che si è complimentato con l’amico Antonio per «questo arricchimento culturale - ha detto Marvasi - che ha voluto donare al nostro circolo». Le chitarre di Pier Francesco Gasparini ed Alessandro Ronchini hanno dolcemente accompagnato con le loro note la lettura delle poesie. Il libro, che si intitola «Un sentiero percorso senza noia. Che film la vita», rappresenta una sorta di percorso, in versi, della vita di Gasparini «non un intellettuale di mestiere - ha esordito Nicoletta Mistichelli - ma un uomo che racconta se stesso, tirando le fila della sua vita offrendo, attraverso i suoi versi, forti emozioni».
«Un ottimismo di fondo - ha proseguito la relatrice - pervade il lettore nel gustare le poesie di Gasparini. Infatti la sua vita, percorsa senza noia, sembra proprio la sequenza di un film neo realista ma, a tratti, anche romantico». Il libro si articola in diversi capitoli dove l’autore canta la sua Parma, le donne, gli uomini, il sociale, la fantasia, la natura, l’amore ed anche l’erotismo. Questo ultimo aspetto trattato in modo molto dolce e garbato con una vena di antico romanticismo.