Archivio

comune

Sfiducia per Laura Rossi: M5S e opposizione ai ferri corti

Inchiesta sulla 'Ndrangheta, Vagnozzi difende Scarpino - Tangenziale sud: calano incidenti e feriti

10 febbraio 2015, 14:26

Sfiducia per Laura Rossi: M5S e opposizione ai ferri corti

Maggioranza e opposizione litigano sull'assessore al Welfare Laura Rossi. In Consiglio fa discutere la mozione dei gruppi di minoranza per impegnare il sindaco Federico Pizzarotti a revocare la delega all'assessore al Welfare Laura Rossi, ritenuta incapace di ascoltare e di creare coesione. Secondo l'opposizione, è "elemento di conflitto" con gli attori del welfare in città. 
Quando il capogruppo Pd Nicola Dall'Olio legge la mozione, i banchi della giunta sono vuoti (video).
C'è solo il sindaco Federico Pizzarotti, che spiega: "Durante la discussione, i banchi resteranno vuoti come segnale politico, non per mancanza di rispetto". Il primo cittadino respinge le accuse alla Rossi e rivendica la sua responsabilità sull'incarico all'assessore. 

In serata la mozione di sfiducia all'assessore Laura Rossi va sempre più verso il voto in un clima arroventato. Con la giunta fuori dall'aula assieme al sindaco, maggioranza e minoranza sono ai ferri corti mentre i rappresentanti dei genitori dei disabili lasciano l'aula in segno di protesta per le accuse di protesta strumentalizzata dalla politica.
Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica) dice che, se dovesse chiedere di nuovo le dimissioni di qualcuno, chiederebbe quelle del sindaco Pizzarotti, non più della Rossi. La Guarnieri critica infatti l'uscita dall'aula di sindaco e giunta, in segno di contrarietà al dibattito sull'assessore al Welfare. 
Secondo il consigliere Ettore Manno (PdCi) la permanenza della Rossi in giunta è il peggior servizio che la maggioranza può fare a se stessa rinchiudendosi contro la città nelle proprie mura. 
Bizzi (Pd): "Nel2013 il sindaco derise la minoranza uscita dall'aula per l'incapacità di confronto. Oggi fa la stessa cosa con la sua giunta. È' l'emblema della sua distanza siderale dalla città e dai suoi cittadini". Paolo Buzzi (Forza Italia): "Per voi è l'avviso di una disfatta elettorale". 
Con un comunicato, Mauro Nuzzo critica la scelta di Pizzarotti di non restare in aula: "Sono andato via per eccesso di ribasso".

Alle 21,20 però il sindaco Federico Pizzarotti torna in Consiglio, durante l'ultimo intervento del capogruppo Pd Nicola Dall'Olio. Il sindaco dice che non c'è nessuna sfiducia alla Rossi e che c'è stato solo un teatrino della politica. Poi esce ancora dall'aula. Roberto Ghiretti (Parma Unita): "Così il sindaco ha mostrato tutta la sua arroganza di cui tutta la città si è accorta". 

La mozione, dopo 3 ore di acceso dibattito, è respinta con 16 no e 11 sì.


Gli altri temi discussi in Consiglio (i dettagli sul nostro profilo Twitter, a fondo pagina)

Interpellanza di Cattabiani (Civiltà Parmigiana) sugli autovelox in tangenziale sud. Rispondendo, l'assessore Cristiano Casa sottolinea che solo uno dei due autovelox è in funzione - quello in carreggiata sud - e i dati evidenziano un forte calo di incidenti stradali, feriti e vittime. Nel 2011 ci sono stati 21 incidenti con 28 feriti e una vittima; nel 2014, tre incidenti con 3 feriti e nessuna vittima.

Fa discutere anche l'inchiesta sulla 'Ndrangheta "Aemilia". Il presidente del Consiglio Marco Vagnozzi attacca la criminalità organizzata e difende il consigliere Scarpino, che a sua volta interviene brevemente (video). 


Tra le comunicazioni urgenti si è parlato anche di "Big Snow": critiche all'amministrazione sulla vicenda dell'apertura-chiusura delle scuole. Pizzarotti ha ribadito che non c'era l'intenzione di chiudere le scuole, altrimenti il Comune lo avrebbe annunciato giovedì. Le scuole restavano aperte come punti di accoglienza in un momento di emergenza. 

Un'altra comunicazione riguarda la vicenda del Parma calcio: il consigliere Vescovi (Pd) auspica maggiore chiarezza e chiede un intervento del sindaco. Pizzarotti risponde di aver richiesto incontri e sottolinea che servirebbe un maggior interesse da parte della città perché la squadra - così come l'aeroporto - sono un patrimonio di Parma che però va sostenuto. 

Due le delibere in discussione: la variante normativa al Piano Operativo Comunale (POC) per "promuovere diverse modalità di attuazione delle misure di risparmio energetico ed introdurre alcune specificazioni di semplificazione e chiarimento", e il Regolamento Comunale per la disciplina del commercio su aree pubbliche in posteggi isolati (i venditori ambulanti, che avranno posti assegnati e autorizzazioni rilasciate tramite bando).

 


La nostra diretta Twitter 

 

SALUTE

Alito pesante? Non è solo questione d'igiene

Spazzolino, filo interdentale, colluttori devono essere un rito fin da piccoli Ma spesso l'alitosi è sintomo di malattie che vanno indagate: gola, reni,  fegato, polmoni, come affrontare il problema