Archivio

Ciclismo

Alafaci 'tira la volata' a Nizzolo

"Il mio obiettivo è farlo vincere. Il mio idolo di sempre? Cancellara… e ora è mio compagno di squadra".

11 febbraio 2015, 20:00

Lo si evince anche dai selfie che pubblicano su Twitter: Giacomo Nizzolo ed Eugenio Alafaci, oltre che compagni di squadra alla Trek Factory Racing, sono anche grandissimi amici, legati anche dalle comuni origini brianzole - di Muggiò il primo, di Cantù il secondo - e dalla vicinanza anagrafica, essendo classe '89 e '90.

Per questo, alla presentazione della stagione di Nizzolo in un locale di Desio (provincia di Monza e Brianza), organizzata dal suo Fan Club, ha presenziato con il sorriso anche Alafaci, che ha parlato in esclusiva ai microfoni di sportal.it: “Io e Giacomo eravamo già amici in Juniores - ha confessato -, anche se non abbiamo mai corso assieme. Abbiamo coltivato il nostro legame nei ritiri della Nazionale. Poi lui è andato alla RadioShack, io alla Leopard… e ci siamo ritrovati a inizio 2014 insieme, alla Trek Factory Racing. Avere un vero amico in squadra dà una marcia in più”.

Anche perché, all'interno del team, il compito di Alafaci è proprio quello di prendere il vento in faccia per ‘trascinare' Nizzolo alla vittoria: “Il mio più grande obiettivo stagionale? Supportare Giacomo, farlo vincere. Farò sempre parte del suo treno, il sogno sarebbe conquistare assieme qualche tappa al Giro d'Italia”.

“Per quanto mi riguarda, invece - ha spiegato il 24enne canturino, tra le altre cose ottimo pistard -, spero di conquistare una tappa, sempre alla ‘Corsa Rosa', in una frazione adatta alla fuga”.

Nonostante sia da poco più di un anno nel circuito UCI, Alafaci si è già tolto delle belle soddisfazioni: “Partecipare al mio primo Giro d'Italia è stata una sensazione speciale. Anche la vittoria di Giacomo alla terza tappa del Tour de San Luis 2014 mi ha regalato forti emozioni. Così come il secondo posto di Fabian Cancellara alla Milano-Sanremo, abbiamo lavorato sodo per lui”.

A proposito: “Qual è il mio idolo di sempre? Fabian Cancellara, per l'appunto - ha risposto deciso -. E pensare che adesso è un mio compagno di squadra”.

La chiusa è un pronostico sui suoi compagni di team: “Bauke Mollema può dire la sua al Tour de France: magari non competerà per la vittoria in classifica generale, ma può puntare tranquillamente al podio. Per quanto riguarda il successo di tappa nelle frazioni montuose della ‘Grand Boucle', occhio a Julian Arredondo, scalatore vero. In volata chiaramente dico Nizzolo, per le Classiche del nord Cancellara”.

Alafaci 'tira la volata' a Nizzolo

© RIPRODUZIONE RISERVATA